Google+

Video – L’ascesa di Santorum, l’outsider cattolico su cui nessuno puntava (e che spaventa Obama)

febbraio 20, 2012 Benedetta Frigerio

Rick Santorum, che tutti davano per spacciato nella corsa contro Mitt Romney, ora è favorito. Se vi siete persi le prime tappe delle primarie repubblicane che decideranno lo sfidante di Obama, il video di tempi.it racconta cos’è successo Stato per Stato.

Il cattolico conservatore Rick Santorum, considerato una meteora, il 3 gennaio ha battuto a sorpresa in Iowa, il primo Stato in cui si è votato per le primarie repubblicane, il favorito Mitt Romney. Sembrava un’anomalia delle tante che i caucus riservano sempre agli elettori. Infatti, in New Hampshire, dove si è votato il 10 gennaio, pur rimanendo sul podio al terzo posto, in cima c’era ancora il favorito Romney. Il 21 in South Carolina, però, è stato l’altro candidato cattolico, il convertito Newt Gingrich, a vincere a sorpresa, con un distacco enorme sul mormone (arrivato secondo) e sull’altro rivale cattolico, ancora terzo. Santorum non sembrava più una meteora, ma solo un candidato destinato ad aggiudicarsi il terzo posto.

Romney poi ha vinto anche il 31 gennio in Florida e il 4 febbraio in Nevada. Ma tre giorni dopo, di nuovo a sorpresa, Santorum ha vinto in tre stati di fila (Missouri, Minnesota, Colorado) aggiudicandosi più delegati di tutti gli altri rivali di Romney. L’ultimo risultato è dell’11 in Maine. Romney ha vinto, ma Santorum ha ottenuto un risultato inaspettato che gli ha fatto racimolare altri punti. Il 28 febbraio si vota in Arizona e Michigan. Romney inizialmente era favorito, ma anche qui Santorum gli è passato davanti, ottenendo ancora più chances di vincere. Il vero test però sarà il 6 marzo, giorno del “Big tuesday”. Si voterà in 10 stati del Sud, dove Gingrich sembra il favorito, avendo investito qui tutti i suoi fondi. Ma Santorum potrebbe andare bene, vista anche la natura “conservative” di questi Stati e il favore che l’italo americano sta acquisendo tra la base. Il problema sarà convincere i grandi finanziatori ad appoggiarlo. Anche se con l’uomo dei miracoli le previsioni razionali non sembrano funzionare troppo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

L'articolo Pneumatici quattro stagioni, la guida all’acquisto proviene da RED Live.

Dal 15 novembre è obbligatorio adottare pneumatici specifici per la stagione fredda. Ecco tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in sicurezza e scegliere tra modelli invernali, quattro stagioni o chiodati.

L'articolo Pneumatici invernali, dieci cose da sapere proviene da RED Live.

COSA: RED HOOK CRIT, a Milano l’ultimo atto DOVE E QUANDO: Milano, 14 ottobre  Dopo Brooklyn, Londra e Barcellona il campionato di bici a scatto fisso su strada approda a Milano, in via Lambruschini (zona Bovisa) per l’ultima, avvincente tappa. Red Hook Criterium propone una formula unica, mettendo su strada le biciclette a scatto fisso che […]

L'articolo RED Weekend 13-15 ottobre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Da 0 a 400 a 0 km/h in meno di 42 secondi. Ecco il nuovo record fatto registrare dalla hypercar Bugatti Chiron. Un primato d’accelerazione e frenata realizzato con al volante l’ex pilota di Formula 1 Juan Pablo Montoya. Mai nessuna vettura di serie aveva avvicinato una simile prestazione, ottenuta grazie a una potenza massima […]

L'articolo Bugatti Chiron: start e stop da record proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download