Google+

Lo so, sono un panda. Ma i video di Bossetti in carcere non andavano diffusi

maggio 16, 2015 Emanuele Boffi

Chi ha consegnato quei video ai giornalisti? Lo ha fatto dietro compenso? Perché non c’è nemmeno un magistrato che indaghi su questa palese fuga di notizie? È tutto normale? Perché è diventato normale?

Pubblichiamo l’articolo contenuto nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Lo so di essere un panda, eppure non riesco ad arrendermi al fatto che possa essere considerato un evento normale e pacifico la diffusione delle immagini di un colloquio privato, riservato, intimo tra moglie e marito in carcere. Sto parlando di Massimo Bossetti, il muratore di Mapello accusato di aver ucciso la povera Yara Gambirasio. SkyTg24 ha mandato in onda un video in cui la moglie, Marita Comi, lo incalza chiedendogli se ha “fatto qualcosa”. «Se mi devi dire qualche cosa, dimmelo adesso, Massi». La stessa, solo pochi giorni dopo, ha fatto il sito della Stampa, su un’altra vicenda riguardante dei coltellini.

Qui non importa discutere o meno delle prove a carico o a discarico dell’imputato, ma solo ricordare che Bossetti è, appunto, un uomo in carcere in attesa di giudizio. E che quindi quei video, oltre che non provare alcunché – Bossetti non rivela nulla –, semplicemente, non andavano diffusi. Chi li ha consegnati ai giornalisti? Lo ha fatto dietro compenso? Perché Sky e la Stampa li hanno diffusi? Perché non c’è nemmeno un magistrato che indaghi su questa palese fuga di notizie? È tutto normale? Perché è diventato normale?

Sono le domande che mi pongo e mi sento un po’ come quel tizio della barzelletta che, imboccata l’autostrada, si chiede come mai ci siano in circolazione così tanti pazzi che guidano contromano. Dunque, sono forse io il folle che s’illude di non vivere in una società cavernicola dove si usano tv e intercettazioni a mo’ di clava per far valere la legge del più forte? I garantisti sono messi peggio dei panda. Per loro nessuno appiccica un adesivo sul retro dell’automobile.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. dodi says:

    Anche io mi sento un panda e concordo in pieno con quanto ho letto.La televisione è diventata come un grande occhio che entra nella vita e la ribalta mostrando una curiosità morbosa per la vita altrui,costumi ,debolezze,sentimenti,paure,brutture.I programmi pomeridiani poi non ne parliamo!E’come se guardando tanta bruttezza chi la vede pensasse “io non sono così” il grande fratello si è impossessato di quasi tutti i palinsesti,spegnamo questo mostro che piano piano entra nelle coscienze e le addormenta!

  2. Sasso Luigi says:

    Concordo con l’articolo. Ma che fare? oltre che a denunciare?

  3. Ugobagna says:

    A me appena ho visto le prime immagini del colloquio privato tra moglie e marito in carcere sbattute in tv è venuto da sboccare e ho cambiato canale, è stato agghiacciante, non posso pensare che non sia partita un’inchiesta sulla diffusione del video…

    • yoyo says:

      Quando si tratta di Bossetti improvvisamente la privacy non esiste. Per difendermi uso un metodo semplicissimo, mi disinteresso completamente di qualsiasi notizia di quel tipo.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.