Google+

Vestiti-tandem e occhiali stupefacenti

giugno 9, 1999 Pavarini Maria Cristina

Gadget&fashion

Protezione e autodifesa sono in tendenza. L’artista inglese Lucy Orta pensa che solo la solidarietà tra gli individui possa aiutare a sopravvivere in un mondo violento e precario. Durante la Biennale di Venezia del ’95 ha presentato il suo progetto “Life Line” facendo sfilare una catena di persone unite da un unico grande abito collettivo, una tuta a più posti. Lucy Orta ha prodotto abiti-rifugio, abiti-mobili e rifugi temporali, o modulari, a seconda delle necessità: kit di sopravvivenza e crisalidi modulari – a metà tra il sacco a pelo e il piumino d’oca – e abiti tecnologici in microfibra, o fibre metalliche. Per essere vigili rispetto alla realtà, la Orta ha creato abiti-opere che possono funzionare come osservatori, o posti di guardia: sono tende con cappucci in cima per la testa e maniche e gambe di pantaloni per mantenere comunque un rapporto con il mondo circostante. Altri modi per poter prendere le distanze dalla realtà vengono offerti dall’industria degli occhiali. O’Tech lancia gli Shields, occhiali che permettono una visione normale, ma all’esterno le lenti appaiono cosparse di nuvolette, o righe. Space Club, specialista di occhiali da discoteca, ha lanciato occhiali che permettono di vedere le cose come sotto l’effetto di stupefacenti. La visuale è psichedelica, perché il campo visivo viene deformato come attraverso lenti-ologramma. Non manca neanche qualche bell’effetto collaterale: togliendo gli occhiali resta un po’ di mal di testa – il minimo rispetto a quello che potrebbe provocare l’assunzione di droghe vere. Occhiali diversi per attitudine sono i Mikli Vision, del designer francese Alain Mikli. Sono dotati di una microcinepresa a forma di cono applicata al lato destro dell’occhiale. Una volta effettuate le riprese, le immagini raccolte possono essere riviste su un video portatile. Non siamo più di fronte ad atteggiamenti difensivi, o d’evasione, come negli esempi già citati. Chi usa questi occhiali non fugge, preferisce collezionare esperienze e trasformarle in feticci da archiviare nella memoria.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, comportamento sul bagnato, e guida “spigliata” sono i punti chiavi su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport Touring per vocazione proviene da RED Live.

Tutta nuova, la berlina del Leone graffia molto di più rispetto al passato. Perché è più corta e bassa, ha un design dinamico e la solita attenzione al look by Peugeot. La toccheremo con mano al prossimo Salone di Ginevra

L'articolo Nuova Peugeot 508, la berlina si fa bella proviene da RED Live.

Basata sulla piattaforma EMP2, ha due lunghezze, un bagagliaio smisurato e interni da berlina di lusso. Per elevare verso nuovi orizzonti il concetto di veicolo Multispazio

L'articolo Peugeot Rifter, la nuova multispazio a Ginevra proviene da RED Live.

Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.  IRON […]

L'articolo Nuove H-D Sportster Forty-Eight Special e Iron 1200 proviene da RED Live.

In attesa di vederla sulle strade a fine anno, la city car approda a Milano in occasione Fashion Week, con livrea e interni a cura del direttore creativo della Maison Moschino

L'articolo Renault Clio in salsa pop proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi