Google+

Venezuela, la protesta non si ferma e Maduro ora teme il tradimento: arrestati «tre generali golpisti»

marzo 27, 2014 Redazione

Il presidente venezuelano annuncia il fermo dei militari: «Tramavano contro il governo». Intanto salgono a 36 le vittime degli scontri tra manifestanti e polizia. L’ultima è una donna incinta

«Tramavano contro il governo legittimo», per questo sono stati arrestati dalla polizia di Nicolas Maduro. E stavolta a finire stritolati dal braccio repressivo del presidente venezuelano sono tre generali dell’aviazione militare, arrestati martedì notte. L’evento segna un ulteriore aumento di tensione nelle settimane della protesta contro il regime chavista dello Stato sudamericano, che fino a pochi giorni fa aveva fatto arresti e vittime solo tra politici dell’opposizione e giovani manifestanti. A dare notizia del fermo dei tre militari e del tentativo di golpe è stato lo stesso successore di Chávez, senza però svelare i nomi degli ufficiali.

L’OPPOSIZIONE IN CARCERE. Adesso c’è chi sostiene che l’annuncio di Maduro sia puramente tattico, immaginato allo scopo di innalzare il livello di allerta nei giorni in cui una delegazione dell’Unione Nazioni Sudamericane è a Caracas per cercare di risolvere la crisi. Altri osservatori, invece, credono che la notizia sia vera e che il fatto sia frutto delle divisioni che ormai spaccano anche il partito socialista e del bolivarismo, divisioni che si riflettono perfino in seno alle forze armate. Dalla sua, Maduro prosegue sulla linea dura verso i rappresentanti d’opposizione: dopo l’arresto di Leopoldo Lopez, avvenuto ormai un mese e mezzo fa, la scorsa settimana è toccato ai due sindaci Enzo Scarano e Daniel Ceballos, entrambi destituiti per non aver accolto l’ordine di smantellare le barricate dei manifestanti. Traballante è anche la posizione di Maria Corina Machado, cui è stato tolto l’incarico di parlamentare e con esso l’immunità: ieri è tornata dal Perù al Venezuela e si è temuto addirittura che potesse essere arrestata immediatamente all’arrivo in aeroporto.

UCCISA UNA DONNA INCINTA. Sul fronte opposto, i giovani non si arrendono e continuano a dimostrare contro Maduro, nonostante i numerosi morti provocati dagli scontri con le forze di sicurezza attorno alle guarimbas. Gli scontri dello scorso fine settimana hanno portato il numero di caduti a 36: l’ultima vittima si chiama Adriana Urquiola, aveva 28 anni ed era incinta da 5 mesi. Lavorava come interprete dei segni per la rete tv Venevision, che ha spiegato la dinamica della morte della sua giovane dipendente: la donna è stata colpita da un proiettile in maniera fortuita, mentre scendeva da un pullman nella città di Los Teques, stato di Miranda, bloccato da una barricata anti-governativa. A sparare, sarebbe stato un uomo armato che, attorno alle 19 di domenica, ha aperto il fuoco almeno 8 volte contro i manifestanti. Era un “difensore della rivoluzione”? O una cellula delle tante bande armate spedite dal governo a seminare il panico tra gli oppositori?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana