Google+

Venezuela. Giovane manifestante anti Maduro ucciso dalla guardia nazionale

luglio 5, 2017 Redazione

Un ragazzo di venticinque anni è stato ucciso ieri durante una manifestazione contro il governo a Táriba. Il numero dei morti è salito a 91

venezuela-protesta-opposizione-maduro-ansa-ap

Articolo tratto dall’Osservatore romano – Un ragazzo di venticinque anni è stato ucciso ieri durante una manifestazione contro il governo del presidente Nicolás Maduro a Táriba, nella periferia di San Cristóbal, la capitale dello stato Táchira, nell’estremo ovest del Venezuela. Ricardo Hernández, sindaco di Cárdenas, il comune dove si trova Táriba, ha dichiarato al quotidiano «El Nacional» che la vittima si chiamava Engelberth Moncada. Secondo testimonianze raccolte dal giornale sul luogo delle proteste, il ragazzo sarebbe stato colpito al torace da un candelotto lacrimogeno sparato dalla guardia nazionale.

A tre mesi dall’inizio delle manifestazioni contro il governo il numero dei morti è salito a 91, mentre i feriti sono centinaia. Lo ha denunciato il procuratore generale Luisa Ortega Díaz aggiungendo che è stato creato un tribunale militare speciale con l’incarico di seguire i casi degli attivisti antigovernativi. Sono in totale 4658 i manifestanti accusati di omicidio, aggressione o danni. Il tribunale speciale è «un mistero» ha detto Luisa Ortega Díaz, diventata in questi mesi la principale esponente delle istituzioni critica verso il presidente Maduro.

Il procuratore ha accusato il comandante del servizio bolivariano di intelligence (Sebin), Gustavo González López, di «gravi e sistematiche violazioni dei diritti umani». Il responsabile del Sebin è sospettato di aver ordinato «perquisizioni arbitrarie, arresti illegali», nonché di «mantenere in stato di arresto persone riguardo alle quali i tribunali competenti hanno emesso legittime ordinanze di liberazione». La denuncia contro Gustavo González López si aggiunge a quella contro l’ex comandante della guardia nazionale, generale Antonio José Benavides Torres, anche lui accusato di «gravi violazioni dei diritti umani».

La stessa Ortega Díaz è però al centro di un caso giudiziario avviato alla corte suprema che potrebbe costarle l’incarico.

La situazione rimane intanto molto tesa sul terreno. Ieri gruppi vicini al governo, i cosiddetti colectivos, hanno seminato il caos in vari punti della capitale per impedire che i manifestanti erigessero blocchi stradali. Almeno tre persone hanno riportato ferite di arma da fuoco durante gli incidenti.

Intanto è riapparso pubblicamente in un video Oscar Pérez, il poliziotto, accusato di tentato colpo di stato, che il 28 giugno pilotò un elicottero dal quale vennero lanciate le granate contro la sede della corte suprema. L’uomo, ricercato dalle forze speciali del governo, era sparito dopo l’attacco al tribunale. Nel video diffuso nella notte, Pérez chiede all’opposizione di continuare le manifestazioni contro il presidente Maduro e ai venezuelani di rimanere «fermi nelle strade». Il giorno dopo l’attacco l’elicottero era stato ritrovato vicino il villaggio di Osma, sulla costa a nord. Le autorità venezuelane hanno chiesto all’Interpol di spiccare un mandato di cattura internazionale nei confronti di Pérez.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download