Google+

Vendola e Cancellieri. Ora che le intercettazioni si ritorcono contro i loro fan, impareranno la lezione?

novembre 20, 2013 Redazione

L’editoriale del Foglio: adesso che tocca ai giustizialisti tentare di «interpretare» le «telefonate degli amici», sarà evidente a tutti che le intercettazioni non dovrebbero mai essere usate come «corda per impiccare l’avversario»?

La diffusione delle ormai famigerate telefonate del ministro Cancellieri, intercettata mentre si adopera per la scarcerazione di Giulia Maria Ligresti, e del governatore pugliese Nichi Vendola, intercettato a sua volta mentre se la ride alla cornetta con Girolamo Archinà, factotum dei Riva (Ilva di Taranto), potrebbe rendere finalmente evidente a tutti, anche ai tifosi delle manette e dei processi mediatici, la «perversa distorsione» che regna in Italia: «Nel paese del belluino “intercettateci tutti”, le intercettazioni dei nemici non si discutono, fanno corpo di reato e passano in (pre)giudicato, mentre quelle degli amici si interpretano». È questo, in sintesi, il paradossale auspicio che esprime oggi in un editoriale il Foglio di Giuliano Ferrara.

DUE PESI, DUE MISURE. Il caso del guardasigilli «che oggi si sottopone al giudizio dell’Aula, è enorme», scrive il Foglio. Le sue telefonate infatti «sono considerate da molti, se non proprio da tutti, materia di interpretazione e valutazione. Comunque non perseguibili. Al contrario la telefonata del Cav. per trarre una ragazza da un impaccio decisamente inferiore, rispetto a una carcerazione, è stata giudicata sine glossa prova di reato, e sanzionata». Ma «il colmo dell’ipocrisia mediatica» secondo il quotidiano dell’Elefantino si riscontra sul caso del presidente della Puglia: «Nel 2009 le risate intercettate degli imprenditori dopo il terremoto dell’Aquila diventarono il marchio d’infamia appiccicato sopra a tutta l’inchiesta delle cricche e degli appalti. Ora, dopo le prolungate e reiterate risate di Nichi Vendola ai danni di un giornalista cui era stato impedito di far domande sui tumori dell’Ilva, nessuna richiesta di dimissioni o vera indignazione, salvo poche eccezioni. Anzi».

C’È ORIGLIAMENTO E ORIGLIAMENTO. Lucia Annunziata sull’Huffington Post ha offerto a Vendola «uno sterminato spazio di piagnisteo e insincera discolpa», insiste il Foglio. Non solo: «Fabio Fazio ha approfittato del suo pulpito su RaiTre per biasimare l’indecenza di tutte le intercettazioni». Insomma, anche se un po’ tardi, ormai è chiaro che «c’è origliamento e origliamento». Questo dovrebbe spingere tutti a riflettere sull’uso politico della giustizia e delle intercettazioni che si fa in Italia. Ovviamente non affinché «tutti (gli origliamenti, ndr) diventino corda per impiccare, semmai l’inverso». Il Foglio cita in merito anche le motivazioni della sentenza con cui il tribunale di Firenze ha assolto due ex assessori comunali nel processo che trasformò l’allora sindaco (Pd) Leonardo Domenici e la sua giunta nel simbolo della corruzione “rossa”: anche i giudici toscani, ricorda il Foglio, hanno «messo nero su bianco che le intercettazioni andrebbero tutte interpretate, altro che “prove”».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. beppe scrive:

    è inutile sperare che delle menti intossicate da decenni di lettura di giornali come repubblica riescano ad ammettere di aver sbagliato e di sbagliare ancora. loro si ritengono immuni da ogni colpa o difetto. e votano come somari ( mi scuso con i veri somari)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana