Google+

Usa, nessun accordo tra Obama e Repubblicani su debito e tagli

luglio 8, 2011 Redazione

Gli Usa devono innalzare il tetto del debito entro il 2 agosto, altrimenti l’America andrà in default. I Democratici di Obama e i Repubblicani non trovano però un accordo sul piano di rientro dal debito. I primi vogliono più tasse, i secondi meno imposte e tagli al welfare. Tutte le posizioni e le proposte sul numero 27 di Tempi dall’8 luglio in edicola

Repubblicani e Democratici abbandonano l’ennesimo tavolo senza stringersi la mano e rimandano i colloqui a domenica prossima. Entro il 2 agosto il Congresso degli Stati Uniti deve approvare l’innalzamento del tetto del debito per evitare che gli Usa vadano in default, secondo il limite fissato dal segretario del Tesoro Tim Geithner.

«Credo che sia stato un incontro molto costruttivo, ci rivedremo domenica ma bisognerà lavorare molto nel frattempo» ha dichiarato il presidente Usa Barack Obama, aggiungendo che «tutte le parti coinvolte hanno riconosciuto l’importanza di raggiungere un accordo entro il 2 agosto». Ma le distanze sono ancora importanti.

L’America deve tagliare mille miliardi di dollari in 10 anni per non andare in default. Con il voto di Midterm i Repubblicani hanno assunto la maggioranza e il controllo della Camera dei rappresentanti e vogliono che il piano di rientro dal debito preveda tagli alle imposte. La posizione dei Democratici è semplicemente opposta, con Obama, che mantiene il controllo del Senato, che vuole aumentare le tasse per non dover toccare il welfare e soprattutto la copertura sanitaria, programma Medicare in testa.

Le parti dunque sono ancora distanti ma se gli Usa non vogliono fallire, dovranno trovare un accordo. Per approfondire le posizioni e le possibili soluzioni proposte da Democratici e Repubblicani, leggi: C’è Obama nelle tasche dell’America, uscito sul numero 27 di Tempi dall’8 luglio in edicola.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi