Google+

Usa, nessun accordo tra Obama e Repubblicani su debito e tagli

luglio 8, 2011 Redazione

Gli Usa devono innalzare il tetto del debito entro il 2 agosto, altrimenti l’America andrà in default. I Democratici di Obama e i Repubblicani non trovano però un accordo sul piano di rientro dal debito. I primi vogliono più tasse, i secondi meno imposte e tagli al welfare. Tutte le posizioni e le proposte sul numero 27 di Tempi dall’8 luglio in edicola

Repubblicani e Democratici abbandonano l’ennesimo tavolo senza stringersi la mano e rimandano i colloqui a domenica prossima. Entro il 2 agosto il Congresso degli Stati Uniti deve approvare l’innalzamento del tetto del debito per evitare che gli Usa vadano in default, secondo il limite fissato dal segretario del Tesoro Tim Geithner.

«Credo che sia stato un incontro molto costruttivo, ci rivedremo domenica ma bisognerà lavorare molto nel frattempo» ha dichiarato il presidente Usa Barack Obama, aggiungendo che «tutte le parti coinvolte hanno riconosciuto l’importanza di raggiungere un accordo entro il 2 agosto». Ma le distanze sono ancora importanti.

L’America deve tagliare mille miliardi di dollari in 10 anni per non andare in default. Con il voto di Midterm i Repubblicani hanno assunto la maggioranza e il controllo della Camera dei rappresentanti e vogliono che il piano di rientro dal debito preveda tagli alle imposte. La posizione dei Democratici è semplicemente opposta, con Obama, che mantiene il controllo del Senato, che vuole aumentare le tasse per non dover toccare il welfare e soprattutto la copertura sanitaria, programma Medicare in testa.

Le parti dunque sono ancora distanti ma se gli Usa non vogliono fallire, dovranno trovare un accordo. Per approfondire le posizioni e le possibili soluzioni proposte da Democratici e Repubblicani, leggi: C’è Obama nelle tasche dell’America, uscito sul numero 27 di Tempi dall’8 luglio in edicola.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana