Google+

Usa, gli aborti aumentano nelle grandi città ma calano nel resto degli States

gennaio 12, 2011 Benedetta Frigerio

Il dato 2010, secondo uno studio dell’Istittuto Guttmacher, è che a New York un bambino su due viene abortito. Nel centro America, invece, i dati parlano anche di percentuali inferiori al 6 per cento. Il tasso delle città è arrivato invece a preoccupare addirittura le associazioni pro choice

Sembra che dopo la diminuzione degli aborti fra il 1990 e il 2005, negli Stati Uniti la piaga si sia riaperta. Uno studio dell’Istittuto Guttmacher spiega che, dopo il picco degli anni Novanta, circa 1 milione e 660 mila casi, e la fase decrescente da lì al 2005, gli aborti hanno ricominciato ad aumentare: nel 2008 sono stati 1 milione e 200 mila. Bisogna stare attenti, però.

Le cifre registrano un’impennata nei grandi centri urbani, dove vive la maggioranza della gente
(a New York la percentuale 2010 indica che un bambino su due viene abortito), così tanto da coprire i drastici cali del resto degli States. Gli stati del centro America, infatti, hanno percentuali bassissime (solo Wyoming, Mississippi, Kentucky o Idaho arrivano anche al di sotto del 6 per cento, con alcuni Stati dalle leggi restrittive che lo permettono solo alle prime settimane). La percentuale delle città è arrivata invece a preoccupare addirittura le associazioni pro choice.

Lo testimoniano i dati relativi alla grande fuga dalle città riportati oggi dal Foglio.
Negli anni Cinquanta, il 30 per cento della popolazione viveva nel centro di San Francisco, ora solo il 13%. Contrariamente a quanto i media spesso affermano, la maggioranza degli americani vuole vivere nei sobborghi: la percentuale, stimata negli ultimi quarant’anni, di quanti vogliono vivere in centro oscilla tra il 10 e il 20 per cento, mentre quella di chi vuole vivere in periferia si aggira intorno al 50%. Le ragioni si possono riassumere nella vita invivibile della metropoli, inadatta a crescere i figli, a fare famiglia e a lavorare ad orari umani.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

SCS, ovvero come ti rivoluziono il concetto di frizione. Anche MV Agusta debutta nel segmento delle trasmissioni “evolute” e lo fa con un sistema leggero e versatile. Sarà questo il futuro del cambio?

L'articolo Prova Mv Agusta Turismo Veloce Lusso SCS <br> addio frizione proviene da RED Live.

Il Biscione di Arese trova da sempre il suo habitat naturale tra i boschi del Nürburgring. È dal 1932 che le Alfa Romeo hanno un feeling particolare con i 20,832 chilometri di saliscendi dell’Inferno Verde tedesco, da quando cioè le Gran Premio Tipo B di Caracciola, Nuvolari e Borzacchini monopolizzarono un podio divenuto nel tempo […]

L'articolo Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio NRING proviene da RED Live.

I circa 21 km della Nordschleife percorsi dalla super SUV ceca in poco più di 9 minuti. Con una veterana dell'Inferno Verde al volante: Sabine Schmitz

L'articolo Skoda Kodiaq RS, la SUV a 7 posti più veloce del Nürburgring proviene da RED Live.

ECCO I MIGLIORI CASCHI DA BAMBINO La legge parla chiaro: fino al raggiungimento dei 5 anni di età, i bambini non possono essere trasportati su un mezzo a due ruote. C’è di più: oltre all’età, la piccola creatura deve avere le caratteristiche fisiche necessarie (deve arrivare con i piedi alle pedane) e soprattutto indossare attrezzatura […]

L'articolo I migliori caschi da bambino proviene da RED Live.

C’è un dato curioso che riguarda la popolazione italiana a due e quattro zampe. Sembra che negli ultimi cinque anni, il numero di bipedi che si accompagna a un quadrupede sia cresciuta del 15%… Se da un punto di vista socio-psicologico, questo dato fotografa una voglia di affetto (spesso anche la scelta di darne e […]

L'articolo Prova Nissan X-Trail Trainer: “Hulk approved” proviene da RED Live.