Google+

Uno contro tutti e ha vinto lui: Donald Trump

novembre 9, 2016 Redazione

Ieri Repubblica titolava “La grande paura”, nel tentativo di esorcizzare la vittoria di quello che, da oggi, verrà dipinto come l’uomo nero da tutti i media progressisti. Non è così

Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, il quarantacinquesimo dopo Barack Obama. Era uno contro tutti, e ha vinto lui, sbaragliando tutte le previsioni. Hanno sbagliato i sondaggisti, che fino a ieri davano in vantaggio Hillary Clinton. Hanno sbagliato le Borse, che oggi perdono. Hanno sbagliato i grandi media e i quotidiani americani (57 endorsement per Hillary, solo due per The Donald). Hanno sbagliato praticamente tutte le star di Hollywood e i grandi cantautori, apertamente schierati con la candidata democratica.

Trump ha conquistato la maggioranza degli Stati, riuscendo a inanellare una serie di successi in tutti quelli in bilico. Trump ha battuto Clinton, la candidata antipatica, ma sopratutto ha battuto Obama, il presidente premio Nobel che ha deluso gli Stati Uniti, sebbene qui da noi si sia continuato per anni a dipingerlo come un Messia. Trump ha battuto anche l’establishment repubblicano, mai così freddo e ostile con un suo candidato. Loro, almeno, si possono consolare con la conquista del congresso.

Ieri Repubblica titolava “La grande paura”, nel tentativo di esorcizzare la vittoria di quello che, da oggi, sarà dipinto come l’uomo nero da tutti i media progressisti. Non è così. Il tipo è bizzarro e contraddittorio, volgare e imprevedibile, e nemmeno noi siamo suoi fan. Ma urlare “al lupo, al lupo” è esattamente ciò che ha consentito la sua vittoria. Anche perché a gridarlo erano lupi travestiti da agnelli, e gli americani lo hanno capito.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana