Google+

Unioni gay, il Pd forza la mano. Protesta Ncd: «Si può andare avanti così?»

ottobre 8, 2015 Benedetta Frigerio

Presentato un nuovo testo da votare in Senato senza passaggio in commissione. Interviste a Maurizio Sacconi («il fine è l’utero in affitto, torniamo in piazza») e Eugenia Roccella («si apre un problema rispetto al nostro rapporto con l’esecutivo»)

unioni-civili-gay-festa-pd-torino-ansa

Si è aperta ieri una nuova frattura nella maggioranza di governo, e il motivo è ancora una volta il ddl sulle unioni civili fra persone dello stesso sesso. Innervosito dalla pioggia di emendamenti che ha rallentato il percorso in commissione del testo firmato dalla senatrice Monica Cirinnà (l’ultimo dei quali, proposto proprio due giorni fa da Alleanza popolare, Forza Italia e Lega, era inteso a rendere la pratica dell’utero in affitto un “reato universale”, e cioè perseguibile in Italia a prescindere dal paese in cui sia stato perpetrato), il Pd ha deciso di forzare la mano presentando un nuovo testo. In questo modo il disegno di legge salta l’iter regolare, che prevede il suo esame in commissione, per essere sottoposto direttamente al voto dell’aula di Palazzo Madama il prima possibile. «Significa che tutto quanto fatto fin ora è stato azzerato e questo apre un problema rispetto al nostro rapporto con il governo. Credo che Ncd dovrebbe discutere questo nuovo scenario», spiega la deputata Eugenia Roccella a tempi.it.

IL CONTENUTO. Area popolare (Ap) ha infatti presentato centinaia di emendamenti su cui il governo però non ha preso posizione, rimettendosi alla commissione: «Significa che considera le proposte del suo alleato meno che zero. Si può andare avanti così?», domanda Roccella. Sempre dalle file di Ncd, il senatore Maurizio Sacconi aggiunge che per quanto riguarda il nuovo testo non «c’è alcun cambiamento sostanziale rispetto al ddl Cirinnà». Si parla di «formazioni sociali» riferendosi all’articolo 2 della Costituzione anziché al 29, che riguarda invece la famiglia, «ma poi il regime disciplinare riproduce quello dell’istituto matrimoniale: significa, ad esempio, che si adotta lo stesso rito del matrimonio civile». Si ammette poi che le persone che contraggono l’unione possano assumere lo stesso cognome, «sono previste addirittura le stesse regole che si applicano agli impedimenti e alle cause di nullità matrimoniale». Resta anche la pensione di reversibilità, molto discussa in quanto prevede un onere non indifferente per lo Stato. «E non dimentichiamo l’obbligo da parte dell’Italia di riconoscere le unioni fra persone dello stesso sesso contratte all’estero», anche laddove il cosiddetto “matrimonio per tutti” è legale, aggiunge Sacconi.

IL VERO OBIETTIVO. Secondo il senatore è evidente il fine del ddl, dato che «poi ci vorrà poco perché questo istituto sia riconosciuto dal giudice italiano o europeo come matrimonio. E sarà facilissimo dedurne le adozioni per via giurisprudenziale». Sacconi sottolinea che anche l’articolo nel nuovo testo relativo alla “stepchild adoption”, ovvero la possibilità di adottare il figlio del partner, «al contrario di quanto annunciato, legittima ancora la pratica dell’utero in affitto». Non a caso, fa notare Eugenia Roccella, anche l’ultima richiesta avanzata da Ap, l’emendamento contro l’utero in affitto che schiavizza donne e bambini, è stata completamente ignorata dalla maggioranza di cui Ncd fa parte. Ma secondo Sacconi «il problema non divide solo la maggioranza, bensì la nazione intera e nel sistema politico Forza Italia, la Lega e lo stesso Pd. Ncd è l’unico partito ufficialmente contrario genitorialità da parte di persone dello stesso sesso». Il Pd comunque, insiste il senatore, «non ha cambiato posizione, ma ha mantenuto quale scopo del ddl sulle unioni l’adozione delle coppie dello stesso sesso, incluso l’utero in affitto, senza disponibilità a rinunciarvi per una legge condivisa».

I PROSSIMI PASSI. Il partito alleato di Renzi auspica quindi l’elaborazione di un altro testo, che non preveda per le coppie gay alcun istituto di adozione. Anche Maurizio Lupi, capogruppo di Ap alla Camera, ha risposto alla forzatura del Pd proponendo di «fare insieme una buona legge». Ma il riconoscimento delle unioni omosessuali non rappresenta di per sé il rischio di produrre un “risultato irlandese” anche senza riferimenti espliciti al matrimonio e senza adozione? «Ora critico questo testo di legge e combatto contro l’adozione che è il vero scopo del ddl Cirinnà e di quest’ultimo provvedimento», risponde Sacconi. Per quanto riguarda il passo successivo, «faremo in modo che la legge sia calendarizzata dopo la legge di stabilità e nel frattempo auspichiamo che il Parlamento sia legittimamente influenzato da una grande mobilitazione popolare, ancor maggiore di quella di piazza San Giovanni».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

50 Commenti

  1. Cisco scrive:

    E’ il famoso “compromesso” che tanto piace a Galantino (e forse a Charamsa). Che poi l’NCD si accorga solo ora che Renzi lo considera meno di zero e’ un mistero che non riuscirò mai a spiegarmi, se non con dei poteri ipnotici del premier particolarmente sviluppati.

  2. SUSANNA ROLLI scrive:

    La va per quei bravi cattolici che votano rosso….

  3. SUSANNA ROLLI scrive:

    Cari NCD, vi siete fatti una domanda, datevi una risposta.

  4. grisostomo scrive:

    Isolarli. Ci vuole un cordone sanitario ed un blocco sociale attorno agli omosessuali e ai loro simpatizzanti. Non dobbiamo permettere loro di rovinare la vita a noi e ai nostri figli.

    • MicheleL scrive:

      Omosessuali e loro “simpatizzzanti” (come se chi non è razzista fosse simpatizzante dei neri…) sono chiaramente in tutta Europa e in tutto il mondo civilizzato e non hanno intenzione di isolare nessuno. Quelli che si vogliono isolare sono taluni che si creano veri sapuracchi e tirano in ballo i bambini come si faceva con i russi che se li dovevano mangiare, solo in edizione aggiornata, ma non migliorata.

      Vuole creare un cordone (in)sanitario attorno a tutto il resto della società? Si ritroverà lei e qualcun’altro all’interno di un cordone che tutto il resto della popolazione -che dal suo punto di vista sarà “isolata”- vi guarderà con un misto di pena e perplessità. Noti che fuori dal “cordone” vi troverà non pochi prelati, qualche vescovo e qualche cardinale.

      • Cisco scrive:

        @MicheleL

        Almeno su questo – soprattuto sui non pochi prelati fuori dal cordone – sono d’accordo: la lobby gay vaticana guadagna terreno a vista d’occhio, non mi stupirei se al Sinodo venisse chiamato Scalfarotto per una Lectio Magistralis.

      • viccrep scrive:

        Fu Paolo VI a dire che il fumo del diavolo era gia entrato nella chiesa, ma cio’ non cambia la verita’ fondamentale della copia uomo donna, non vi sono altre copie uguali che possano pretendere di avere gli stessi diritti, solo con la menzogna si puo’ sostenere la loro uguaglianza, volere gli stessi diritti ma incapaci di possedere le stesse capcita’ di procreare e di educare pienamnte una persona.
        Pretendere di essere famiglia non avendone alcun presupposto e’ di fatto un assurda pretesa che solo una societa’ smarrita e vuota di valori concede. E’ l’inizio di una maggior distruzione della societa’ fondata sulla famiglia e da essa sempre generata

        • MicheleL scrive:

          Lei si rende conto che non stiamo parlando di dottrina religiosa ma di politica? Milioni di matrimoni non hanno prodotto figli ma grande coesione sociale e anche per questo sono stati celebrati. Le valutazioni religiose indiscutbili non dovrebbero entrare nel dibattito politico, proprio perchè sono tali.

          Ci sono società in cui da decine di anni si celebrano e ricnoscono anche le unioni omosessuali e on vi è stata alcuna distruzione della famiglia più che in Italia.

          • Giannino Stoppani scrive:

            “Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino non tanto l’Edipo, o il futuro Edipo, bensì l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro. Per questo la pederastia è tanto duramente condannata: essa rivolge messaggi amorosi al bambino che la società invece, tramite la famiglia, traumatizza, educastra, nega, calando sul suo erotismo la griglia edipica” Mario Mieli, “Elementi di critica omosessuale”, 1977.

            • Daniele scrive:

              Non ti sembra di essere un po’ ripetitivo? 😉

              • Giannino Stoppani scrive:

                Francamente sì.
                Ma bisogna proporzionare la faccenda alla durezza della cervice dei destinatari del messaggio, che purtroppo si trova in posizione assai elevata sulla scala di Mohs.

            • MicheleL scrive:

              Il Signore conferi’ porzioni del Sacerdozio su certe razze di uomini, e tramite promesse fatte ai loro padri, furono intitolati ai diritti e benedizioni e privilegi di quel Sacerdozio. Altre razze, in conseguenza di loro corruzioni, di loro assassini, della loro malvagita’ o della malvagita’ dei loro padri, ebbero la conseguenza che il sacerdozio non era per loro disponibile, e la maledizione che era su di loro decretata dovrebbe rimanere sulla loro posterita’ dopo di loro, era decretato che loro non dovrebbero portare questo potere.” (Giornale dei discorsi 3:29)

              Anche Davide ricevette molte mogli e concubine, e anche Salomone e Mosè, miei servitori, e anche molti altri dei miei servitori dal principio della creazione fino ad ora; e in nulla essi peccarono, salvo in quello che non ricevettero da me.
              (Dottrina e Alleanze SEZIONE 132,38)

              Il Profeta scrisse (il contratto di matrimonio) con ‘Aisha quando lei aveva sei anni e consumò il suo matrimonio con lei quando ne aveva nove e lei rimase con lui per nove anni (fino alla sua morte).
              (Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 88)

              • Giannino Stoppani scrive:

                “Non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia, cioè del diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra loro o con gli adulti – tema ancora più scabroso – e trattarne con chi la sessualità l’ha vista sempre in funzione della famiglia e della procreazione”
                Niki Vendola, in un’intervista pubblicata da La Repubblica il 19/3/1985 “IL GAY DELLA FGCI”

                • MicheleL scrive:

                  “La pedofilia posso capirla, l’omosessualità non lo so”. “I bambini li conosco – dice – purtroppo cercano affetto perché non ce l’hanno in casa e qualche prete può anche cedere. Dico questo”
                  Don Dino Flaim, prete cattolico.

                  • SUSANNA ROLLI scrive:

                    Allora , il prete -che non è Dio- PURTROPPO può cedere perchè il demonio è tentatore, è il suo “mestiere” quello di tentare al male e fa peccare gli uomini; soprattutto i consacrati. Ognuno renderà conto dei suoi peccati. Perchè i dieci comandamenti valgono per tutti, proprio per tutti. Se uno sia credente o meno, se uccide il prossimo -per esempio- è un assassino, credente o non credente. E dovrà risponderne. Personalmento ho mai conosciuto preti o religioso omosessuali o pedofili, o suore invaghite di altre suore; tutte persone perbene, veramente innamorate della propria vocazione o missione, altre un po’ meno, ma tutti a posto. Ti dispiace sentirtelo dire, MicheleL?

                    • MicheleL scrive:

                      No, non mi dispiace affatto, Susanna.

                      Rifletta sul perchè sono stato costretto a citare Don Dino, anche se non penso sia rilevante per un cattolico.
                      Rifletta su come Stoppani è scorretto con me e le persone omosesuali quando cita una persona che non ha nulla a che fare con me e milioni di omosessuali che non hanno nemmeno idea di chi sia o abbia detto.

                      L’omosessualità non è una religione, non ho scelto alcun rappresentamte, non ho alcuna tessera, non c’entro con Mieli più di quanto lei centri con Don Dino.
                      Io non venero Mieli con i cattolici venerano i santi o obbediscono ai prelati, quindi finchè Stoppani vorrà comportarsi così e rinfacciarmi quello che fa qualcuno con cui non condivido altro che l’orientamento, io gli farò notare che lui condivide la religione, o il monotismo o l’orientamento sessuale con alcuni soggetti che non gli piacciono e non ritiene lo rappresentino,

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Quando faranno santo il povero Don Dino, torna e paragonalo a Mieli.

                    • MicheleL scrive:

                      Se faranno santo Don Dino, lei si dovrà adeguare e dovrà considerarlo una figura di riferimento.
                      Io non penso che Mieli sia stato una figura di riferimento per me, perchè io non vado a farmi fare le prediche dall’arcigay.

                      Se lei mi accomuna ad omosessuali che non mi rappresentano, io la accomuno a religiosi che non la rappresentano, tanto più che essere religiosi è una scelta. Posso pure accomunarla -con la stessa significatività- ad un martire dei musulmani, perchè lei è religioso; le cose vanno a braccetto tanto quanto, e forse più, di quello che io scrivo e quello che ha scritto Mieli.

      • Menelik scrive:

        No, falso.
        I preti sarebbero pochissimi, una esigua minoranza.
        Chi abbonda, sarebbero vescovi e cardinali. In proporzione alla “popolazione” dei semplici preti, i “graduati” sarebbero in proporzione sensibilmente maggiore.

    • Daniele scrive:

      Gli isolati sarete voi. Fatti due conti.

      • EquesFidus scrive:

        Grazie per la minaccia, frega niente. Fate del vostro peggio ed abbracciate, definitivamente e senza più maschere buoniste, il male: almeno sarà una liberazione.

  5. signora scrive:

    Forse perché cari NCD… siete meno di zero???!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. Menelik scrive:

    Io ho smesso di votare PD, dopo più di 10 anni, dall’epoca Prodi.
    Ho sgamato come sono.
    Mi auguro che si possa arrivare ad una crisi di governo e tornare al voto.
    Magari vincerebbero ancora loro, ma con numeri molto differenti da quelli di un paio d’anni fa.
    E ci sarebbe una battuta d’arresto, il che è buona cosa.
    Purtroppo il decreto della scuola è già passato, ma si rimetterebbe in discussione tutto il resto.
    Speriamo che cada il governo.
    Per tornare a votare, stavolta NON PD, farò 900 km.
    Ma ci andrò, costi quel che costi.

    • xyzwk scrive:

      Forse non te ne sarai reso conto fino a ora ma la società, non solo italiana e a prescindere dalla sinistra anche europea e più in generale occidentale, da mooolto tempo ha rinunciato per fortuna alla morale religiosa per mettere al centro delle decisioni il cittadino e non Dio

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        Alla Je suis Charlie? Si vede bene poi come vanno le cose. Quanto a Dio dovresti ringraziarlo, che ha pensato pure a te.

      • xyzwk scrive:

        No di quella che ti circonda ma tu non vuoi vedere perché vivi nel mondo delle fate!

        • nostalgica scrive:

          Tu vivi nel mondo delle fate !
          Frase tipica di Filomena , che nostalgia della vecchia !

  7. Carla scrive:

    NCD avrebbe dovuto pensare a protestare tempo fa. Vergogna! solo ora vi scandalizzate? e di cosa poi? Non avete una posizione politica chiara come potete difendere interessi di cui nemmeno conoscete l’origine?
    Continuiamo a discutere del costo che rappresenterebbe per lo stato? quindi è solo una questione economica? ma per favore andate a casa!

  8. Lucia scrive:

    A cosa serve mobilitare la piazza?Solo a coprirsi con la foglia di fico degli emendamenti e a fare le solite sceneggiate e anche una passerella mediatica!Vi serve per poter dire :noi siamo contro salvo dirlo in piazza e poi dare la fiducia,come è successo per il decreto sulla scuola.Abbiate il coraggio di far cadere il governo ,se volete essere credibili.Farlo cadere su una questione di etica sarebbe il massimo.Sempre se l’etica ci fosse ancora.

  9. Roberto scrive:

    Una grade mobilitazione popolare, Io ci sono.
    I commenti fatti su NCD e AP sono solo chiacchere da bar fatte da gente della Lega e FI
    Per quanto riguarda i vari Filomena e compagnia cantante quel che dicono non mi interessa sono fuori dalla realtà.

    • Raider scrive:

      Prendersela con FI e Lega – che, ovvio, non vanno esenti da critiche, ci mancherebbe – , invece che col ruolo ancillare e subalterno di NCD e AP, sembra un po’ fuori tema e fuori della realtà, a meno che l’ostilità verso Lega e FI non sia uno dei valori non negoziabili su cui si fondano NCD e AP, non robetta come la famiglia tradizionale e la sovranità nazionale.

  10. leo aletti scrive:

    L’identità è maschio o femmina non si può destrutturare la persona.

  11. pippo scrive:

    io sono incazzato nero con Renzi e i suoi che ancora cercano un dialogo con voi.
    avete dato talmente tante volte prova del fatto che il dialogo voi non lo cercate che non capisco che cavolo perdono ancora tempo a fare.
    inoltre visto che tanto siete scontenti, tanto vale che facciano i matrimoni gay piuttosto che questa legge antiquata e sbilenca che arriva già vecchia e stantia.
    voi ve ne farete una ragione.

    ps
    ma non vedete che gente come Adinolfi usa questo tema in maniera strumentale solo per lucrare?
    ma siete così ciechi?
    quello ha avuto due famiglie, ora è sposato con una che ha la metà dei chili e la metà degli anni, brasiliana (se la situazione non fosse già chiara a sufficienza) ma quanto pensate gli possa fregare a lui dei matrimoni?
    quello si è trovato in qualche modo leader di questo movimento e usa le vostre paure sceme e il vostro odio sordo per guadagnare

    • Cisco scrive:

      @Pippo

      A me interessano le battaglie di Adinolfi, non lui o quanto ci guadagna.
      E poi sposare una brasiliana va benissimo, finché è di sesso opposto…

      • pippo scrive:

        anche quando ha la metà dei tuoi anni?
        anche quando hai già una moglie e una famiglia?
        anche quando ha la metà dei tuoi kg e sta ovviamente con te solo per interesse?

        • yoyo scrive:

          Mi piacciono i moralisti che fanno la morale a tutti meno che a se stessi.

          • pippo scrive:

            lol, guarda che io non faccio la morale a nessuno. solo sottolineo la sua e la vostra ipocrisia.
            viva cicciolina che era una porno star, fiera di esserlo e che non ha mai cercato di imporre agli altri il suo stile di vita.
            invece gente come adinolfi è marcia fino al midollo ma si professa santa e cerca di imporre la sua visione delle cose al mondo intero

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      Vi siete parlati tu ed Adinolfi? No, perchè se gliele vuoi dire personalmente le parole che hai scritte qui posso farvi incontrare…

  12. underwater scrive:

    Ncd è avvinghiato mani e piedi ad un governo che lo disprezza. Quando lo capirà?

  13. Roberto scrive:

    Non mi pare che NCD e Ap siano contro la Lega o altri. Ci vuole una bella faccia tosta affermarlo.
    1°Se il sig. Salvini non passa giorno che li insulti.
    2°Tutti i commenti sono contro NCD e AP ma il contendere è altro si tratta di non far passare la legge
    cirinnà. Voi Cosa Fate? Cosa farete? Direte che è colpa di Alfano?
    Sig. Martinelli prima di parlare di CL e di altri si sciacqui la bocca.

    • Charlie scrive:

      Se a lei non pare che NCD e Ap siano contro la Lega o altri, si vede che è un po’ distratto.
      Salvini politicamente li attacca per la loro connivenza col PD, alias PCI di sempre, con cui sono al governo.
      Anche l’Avv. Zola, grande ciellino da sempre, è molto critico con NCD e AP per quanto riguarda la legge Cirinnà e perché non passi chiede addirittura ai suddetti partiti di togliere l’appoggio a Renzi.
      Veda lei.
      Se poi confonde il mio dissenso più totale verso la condotta politica di ciellini, militanti nell’NCD o in Ap, come una critica al movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione, che rispetto anche se non ne faccio parte, lei ha dei grossi limiti intellettuali.
      Provi con degli sciacqui al cervello.

  14. Roberto scrive:

    Un conto è essere critici un conto è insultare. Nessuno è esente da errori sicuramente non la lega,FI e compagnia cantante che hanno governato per 20 anni con alternanze Dem(Prodi).
    Abbiamo visto, abbiamo sperimentato il loro buon governo, tra mutande verdi ,nepotismo e diamanti.
    E poi venite a fare la morale agli altri.
    In quanto al mio cervello funziona benissimo ha differenza del suo e del suo linguaggio (senza garbo=Da imbecille)

    • Raider scrive:

      Nessuna morale, gli Ncd sono stati con FI e Lega per ventanni, sottoposti al logoramento dei Follini, Casini, Fini, a parte gli attacchi esterni da ogni lato. La ragion d’essere di Ncd sembra il renzismo, parola della Ministra che combatte gli sprechi alla Sanità tagliando gli italiani e ora, come misura di Salute Pubblica, taglia Ncd e si gioca Alfano dopo essersi disbrigata da par suo di B.
      Meglio Salvini

  15. roberto scrive:

    Piccoli particolari 1° la lega la conosco bene, nel mio paese è tutta gente fuoriuscita dalla CGL ex PD .
    2°Il patto Del Nazareno lo ha stipulato Berlusconi. Salvo poi abbandonarlo.
    3°In vent’anni dovevate fare la rivoluzione liberale abbiamo visto come è finita( Avevate una maggioranza Bulgara)
    4°A me interessano le riforme che Voi non avete mai fatto.
    5°Renzi come già affermato ha fatto 4 cose ha messo nell’angolo i sindacati,€ 80 in busta paga,
    ha attuato Jobt ACT,ha eliminato le province,ha eliminato il Senato( è piu’ liberale di voi).
    6°Comunque il contendere non è NCD AP ma la proposta Cirinnà.
    5Stelle è pronta ha votare la proposta cosi come è.(Con il PD la legge passerebbe)
    Voi illuminati cosa FATE ?

    P.S. Al Sig.Carlo Maria Gaetano Martinelli ognuno da del suo.

    • Raider scrive:

      Pareva che il renzismo fosse la ragion d’essere, divenire e sparire di Ncd Ap Gal fittian-verdiniani: stabilito questo, tanti saluti
      – alla rivoluzione liberale a maggioranza bulgara finita grazie ai sabotaggi di cui sopra,
      – province che sono dov’erano, in buona sostanza di costi,
      – 80 in busta paga e aumenti di bollette che lasciano in bolletta anche chi la paghetta-elemosina elettorale non l’ha ricevuta,
      – lo Jobs Act che non ha avuto significativi riscontri sull’occupazione e la ripresa, diciamo la verità, non c’è,
      – il Senato abolito e abbiamo visto come, ora tocca alle elezioni, perdita di tempo e di denaro,
      – lo strapotere sindacale è un conto, la rappresentanza e i diritti dei lavoratori, un altro, io sono per la Destra sociale, ora sì che la Cina è vicina e la Germania dei compiti per casa, col rapporto deficit Pil e il Fiscal Compact ueber Alles, si sta comprando la casa e con l’immigrazione fino a 259 milioni di nuovi arrivi entro il 2050 ci sta dando lo sfratto:
      – del ddl Cirinnà non c’è neppure bisogno di parlare, siccome tutto va così bene.
      Comunque, si diceva tanto per dire dell’irrilevanza del Ncd come degli “inutili sciocchi” bollati dall’Alfano tronfio dall’uscita da FI per fare?…
      Se Renzi vi sta bene, ben vi sta.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana