Google+

Una “estate di bellezza” con il nuovo numero di Tempi

luglio 20, 2017 Redazione

Il nuovo numero del settimanale Tempi è in edicola da oggi con una nuova veste grafica e con una copertina dedicata alla “Giovinezza”

giovinezza-tempi-copertinaIl nuovo numero del settimanale Tempi – in edicola da oggi, giovedì 20 luglio, a Milano e Roma e nel resto d’Italia a partire da venerdì (gli abbonati possono già leggerlo e scaricarlo qui) – si presenta con una nuova veste grafica e con una copertina dedicata alla “Giovinezza”.

“Giovinezza estate di bellezza”, recita il titolo di copertina. All’interno, Claudio Risé, Riccardo Paradisi, Giuseppe Conte e Walter Mariotti evocano “letture, immagini e miti da riscoprire nell’Italia che invecchia, incollerisce, riapre antiche ferite. Per rimanere fedeli a noi stessi, vincere il disincanto, rendere immortale il nostro ‘mercoledì da leoni’”.

Ecco alcuni tra gli articoli e i servizi contenuti in questo numero.

COMPITI PER LE VACANZE. Schivare le larve del ’900, restare giovani.
L’editoriale di Alessandro Giuli

TRAVOLTI DAL SOLITO DESTINO? La liquidazione delle banche venete in dissesto «non era l’unica soluzione possibile». Il “Mr finanza” della Lega, Giancarlo Giorgetti, invita il governo a prepararsi a «contenere il disagio» perché per la regione locomotiva del paese «non sarà più la stessa cosa».
Di Mariarosaria Marchesano

SE LA CRISI DEL SUD RICOMINCIA AL NORD. Per l’economista Adriano Giannola, presidente dello Svimez, occorre evitare di ripetere gli errori di 20 anni fa, quando Roma mise all’asta il Banco di Napoli privando il Mezzogiorno di un punto di riferimento strategico per lo sviluppo.
Di Mariarosaria Marchesano

POPULISTA, CERTO, PERCHÉ NO? In piazza come in studio. Paolo Del Debbio dal suo tour “fra la gente” a lingua sciolta su Berlusconi, Renzi, la tv e il diritto di parlare con la pancia.
Di Laura Tecce

ISRAELE AIUTACI A CASA NOSTRA. Come si affronta una crisi migratoria prendendo di petto Soros, le Ong e le ipocrisie contro “quelli dei muri” senza passare per nemici dell’Africa (e dell’umanità)? Chiedere a Bibi Netanyahu.
Di Max Ferrari

LIU XIAOBO, PROFETA MANDATO AL MACELLO. Il Nobel aveva espresso un ultimo desiderio: morire da uomo libero in un paese libero. Ma Pechino non ha autorizzato l’espatrio. Oggi il cardinale Zen, l’amica Xia e il dissidente Chen accusano il partito: «Lo hanno eliminato. Ma la sua morte ha riacceso la speranza»
Di Leone Grotti

LA GIOVINEZZA INVINCIBILE DELL’ANIMA. Il vecchio Clint di Gran Torino. L’ostinato Matt di Un mercoledì da leoni. Un libro tonificante e l’avventura editoriale di un outsider del giornalismo. Storie di straordinaria fedeltà all’ideale nell’era degli eterni adolescenti che inseguono solo il tempo e il potere.
Di Walter Mariotti

CHI NON MUORE, NEMMENO VIVE. Secondo Risé il destino dell’Occidente non è il trionfo della tecnica e delle sue astrazioni. «Noi siamo natura. Solo il selvaggio si salva».
Di Riccardo Paradisi

FEDE, SPERANZA E LIBERTÀ. Da Goethe a Miller passando per Marilyn e Bobby Sands. A caccia del segreto per resistere alla maturità filistea della nostra cultura.
Di Giuseppe Conte

LA SFIDA DELL’IO AL DESERTO CHE AVANZA. Paradisi e il suo album di immagini che sono «molto più che ricordi. Sono la filigrana del nostro essere»
Di Riccardo Paradisi

ELOGIO DELLA FEMMINA CHE TIENE A BADA IL MONDO. L’Istat fotografa il tramonto dell’era delle casalinghe e a noi sfugge il senso della perdita di un angolo dove la donna sa reinventarsi per non boldrinizzarsi, «reinventarsi per non mangiarsi il cuore».
Di Caterina Giojelli

INTERROGATORIO ALL’INVESTIGATORE. Abbiamo cercato di strappare a Marianna Vintiadis, country manager di Kroll per l’Italia, i trucchi e i segreti di una delle più importanti centrali globali di ricerca delle informazioni. Ecco che cosa ci ha confessato.
Di Maurizio Tortorella

IL PROCURATORE CHE VORREI. Vita, soldi e miracoli di Mino Raiola, il bersaglio preferito di tutti i tifosi “traditi” degli ultimi anni. Poveraccio (si fa per dire).
Di Roberto Perrone

MICA LO DIFENDO IL MIO ADULTERIO. Nel suo nuovo romanzo Edoardo Albinati racconta la due giorni di passione rovente e clandestina tra un uomo e una donna. Ma in questa intervista rivela che non è tutto fuoco ciò che brucia.
Di Tiziana Della Rocca

Inoltre, come sempre, le rubriche dei nostri Ferrara, Amicone, Marina Corradi, Farina, Mantovano, Buttafuoco, Corigliano, Fred Perri, Fusaro, Veltroni, padre Aldo Trento, Clericetti, Soncini, Fusina, Fortunato… E in più una vignetta di Natangelo.

Gli abbonati possono leggere e scaricare la rivista all’indirizzo settimanale.tempi.it. Qui trovate l’elenco delle edicole in cui è acquistabile.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Michelin Road 5 alzano l’asticella: c’è più grip sul bagnato rispetto ai Pilot Road 4 e il degrado delle prestazioni è più costante

L'articolo Michelin Road 5, turistiche (non) per caso proviene da RED Live.

Nata dalla collaborazione tra Lapo Elkann e Horacio Pagani, la Pagani Huayra Lampo è una speciale one-off che s’ispira alla mitica Fiat Turbina

L'articolo Huayra Lampo, la Pagani di Lapo proviene da RED Live.

Una M5 è già di per sé abbastanza esclusiva e performante? Non tutti la pensano in questo modo. Tanto che la BMW ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla berlina sportiva della Motorsport. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni […]

L'articolo BMW M5 M Performance: fibre preziose proviene da RED Live.

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download