Google+

Un sacerdote indiano è stato crocifisso il Venerdì santo dai jihadisti?

marzo 30, 2016 Leone Grotti

La voce riguarda padre Tom Uzhunnalil, rapito dai jihadisti in Yemen. La notizia, rimbalzata dall’Austria all’India, al momento è «priva di fondamento»

Tom-Uzhunnalil

Un prete indiano è stato crocifisso dai jihadisti il Venerdì santo? La notizia circola da settimane e riguarda padre Tom Uzhunnalil, il sacerdote rapito in Yemen il 4 marzo durante l’attacco all’edificio delle missionarie della Carità di Aden, dove i terroristi islamici hanno massacrato quattro suore «in odium fidei».

NASCE LA VOCE. La voce era nata subito dopo il rapimento ma era stata bollata come «notizia infondata» da monsignor Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia Meridionale, poiché nessuno aveva idea di dove fosse stato portato il sacerdote, tanto meno di chi l’avesse rapito. Con i giorni la voce è rimbalzata sui social media, affiancata spesso a foto inattendibili estrapolate da altri paesi e contesti.

DALL’AUSTRIA ALL’INDIA. La “notizia” è tornata in auge il 28 marzo, il giorno di Pasqua, quando tutti i media indiani hanno riportato l’avvenuta crocifissione di padre Tom Uzhunnalil. Il primo a scriverne è stato Matters India, portale cattolico indipendente, che ha ripreso la notizia dai siti austriaci. Questi non avevano fatto che riportare le frasi del cardinale Christoph Schönborn, il quale, durante l’omelia della messa solenne di Pasqua, aveva accennato in un passaggio all’uccisione del sacerdote basandosi su falsi rapporti. Informato dell’equivoco, si è subito corretto smentendo la notizia ma padre Tom si era già ritrovato crocifisso sulle prime pagine di tutti i giornali.

«NESSUNA NUOVA NOTIZIA». La nuova ondata di voci ha fatto reagire così la Congregazione dei salesiani, ai quali il sacerdote indiano appartiene: «In riferimento alla sorte di padre Tom Uzhunnalil, rapito il 4 marzo scorso ad Aden, in Yemen, confermiamo che per ora non ci sono notizie nuove rispetto a quelle già date», si legge in un comunicato pubblicato ieri dall’ordine. «Attendiamo informazioni, nella speranza che siano positive, da coloro che seguono più da vicino questo affare: il governo indiano, il vicariato apostolico per l’Arabia meridionale e la provincia salesiana di Bangalore».

«PADRE TOM È VIVO». Alle ripetute “indiscrezioni”, monsignor Hinder ha risposto ad AsiaNews che si tratta di «voci non confermate e diffuse in modo incontrollato. Abbiamo forti indicazioni che ci dicono che padre Tom è ancora vivo nelle mani dei rapitori». Anche uno dei fratelli del sacerdote, Matteo, dopo aver precisato di non avere notizie riguardo all’eventuale crocifissione, ha aggiunto solo di «confidare in Dio». La stessa conclusione del vicario apostolico: «Non ci sono prove attendibili. Continuiamo a pregare per la liberazione, siamo all’interno di un processo difficile».


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Menelik scrive:

    Bisogna vedere come evolvono le cose, fin tanto che non si hanno dati certi è d’obbligo il riserbo.
    Tuttavia non mi stupirebbe se risultasse notizia fondata.
    Ma aspettiamo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana