Google+

Un “fine gloria mai” per san Ion Talvis, martire ortodosso

ottobre 13, 2017 Renato Farina

Nel tentativo di proteggere la madre dalla furia del marito ubriaco, il figlio adottivo è stato mortalmente colpito al cuore. Niente ergastolo per l’assassino

omicidio

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – La sentenza che ha annullato l’ergastolo a un uomo poiché aveva ucciso un figlio sì, ma soltanto adottivo, e perciò non dotato della sua eredità genetica, è certo spaventosa. La Corte di Cassazione ha deciso di applicare sordamente una norma che ci si è dimenticati di cancellare. Poteva mobilitare la Corte costituzionale per correggerla, contrastando essa con l’articolo 3 sull’uguaglianza.

Invece no. Ha così umiliato padri, madri e figli legati dall’amore assai più che dal sangue, trasformandoli in patrigni, matrigne e figliastro. Boris ha già sentito giuste proteste dinanzi a queste valutazioni disgustose. E non ritiene di dilungarsi salvo esprimersi come ha fatto in queste righe. Eppure questa infelice decisione della Suprema corte, proprio facendo ingiustizia su una vittima, senza volerlo, sposta il nostro sguardo sul figlio ucciso.

Ritengo che il suo sia un vero e proprio martirio, ha sacrificato la vita per la madre. Il fatto si era svolto così: l’assassino, di cui non farò il nome, era abituato a ubriacarsi e a picchiare la moglie Elizaveta. Aveva denunciato il ripetersi delle violenze, ma invano. Il figlio di 19 anni, figlio adottivo dei due, era in allarme. A notte fonda il padre non era ancora tornato nella casa di Remanzacco, in provincia di Udine: aveva intuito il perché. E si era attrezzato. Questa volta avrebbe impedito la consueta tortura della mamma.

La donna si era rifugiata dietro il figlio. Il marito, infuriato per non riuscire a usare i pugni su di lei, afferrò un coltello da cucina. E cercò di slanciarsi per colpire. Il ragazzo ha fatto da scudo, da armatura filiale, e il suo cuore è stato trafitto. La madre era salva, ferita ma salva. L’ergastolo dei due primi gradi di giudizio non vale più. Non c’è più scritto sulla scheda personale “fine pena mai”. Io credo che sul nome di quel ragazzo debba essere scritto “fine gloria mai”, come l’amore che non finisce.

Non ho ancora scritto il suo nome. Boris ha faticato a trovarlo. Le agenzie di stampa avevano concentrato l’attenzione sui dati anagrafici dell’omicida. Si chiamava Ion. Era una famiglia moldava. Suppongo fossero battezzati ortodossi. Credo che potrebbe esserci una bella causa di canonizzazione ecumenica. Martire ortodosso in terra cattolica. Ion era un peccatore, come noi. Ma il sangue versato in questo modo somiglia a quello del Calvario, croce centrale. San Ion Talvis. Suona bene.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

L'articolo Pneumatici quattro stagioni, la guida all’acquisto proviene da RED Live.

Dal 15 novembre è obbligatorio adottare pneumatici specifici per la stagione fredda. Ecco tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in sicurezza e scegliere tra modelli invernali, quattro stagioni o chiodati.

L'articolo Pneumatici invernali, dieci cose da sapere proviene da RED Live.

COSA: RED HOOK CRIT, a Milano l’ultimo atto DOVE E QUANDO: Milano, 14 ottobre  Dopo Brooklyn, Londra e Barcellona il campionato di bici a scatto fisso su strada approda a Milano, in via Lambruschini (zona Bovisa) per l’ultima, avvincente tappa. Red Hook Criterium propone una formula unica, mettendo su strada le biciclette a scatto fisso che […]

L'articolo RED Weekend 13-15 ottobre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Da 0 a 400 a 0 km/h in meno di 42 secondi. Ecco il nuovo record fatto registrare dalla hypercar Bugatti Chiron. Un primato d’accelerazione e frenata realizzato con al volante l’ex pilota di Formula 1 Juan Pablo Montoya. Mai nessuna vettura di serie aveva avvicinato una simile prestazione, ottenuta grazie a una potenza massima […]

L'articolo Bugatti Chiron: start e stop da record proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download