Google+

Ucraina, occupato il parlamento in Crimea dai filorussi, si teme reazione militare di Mosca

febbraio 27, 2014 Chiara Rizzo

Nella zona orientale del paese, a maggioranza russofona, una trentina di persone hanno issato la bandiera russa sul parlamento locale. La Nato: «La Russia non intraprenda alcuna azione per aumentare la tensione»

L’Ucraina si sveglia con la Crimea in rivolta. Stamattina sulla sede del parlamento nella regione orientale del paese, a maggioranza antigovernativa e filorussa, è stata issata una bandiera russa. A Leopoli, città della regione che si affaccia sul mar Nero è di stanza la flotta militare russa, ora si osserva quanto accadrà, nel timore di un intervento armato di Mosca, espresso anche dal segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen: «Esorto la Russia a non intraprendere alcuna azione che possa aumentare la tensione o creare incomprensioni».

L’INSURREZIONE. In realtà ad issare la bandiera sul parlamento è stato solo un piccolo manipolo di uomini, 30 persone che si sono introdotti nel palazzo a Sinferopoli, la capitale della regione, abbigliati con tute mimetiche e nasti arancione e nero, un simbolo usato dall’esercito sovietico dopo la vittoria della seconda guerra mondiale. Gli uomini sono però armati, e sono entrati proprio sparando ai vetri di ingresso. Ad un giornalista che si avvicinava per chiedere loro chi fossero hanno urlato “Crimea è Russia!” e hanno poi lanciato una granata. L’agenzia stampa del parlamento della Crimea fa sapere che «Non sembravano volontari o amatori, erano professionisti. Si è trattato chiaramente di un’operazione ben organizzata». Gli uomini rimangono all’interno del parlamento, rifiutano qualsiasi trattativa, forse sono aumentati numericamente (qualche testimone parla di 50-60 persone nelle ultime ore) e chiedono un referendum per la secessione della Crimea.

ALTA TENSIONE. Il ministro dell’Intero ucraino, fresco di nomina popolare a piazza Maidan, Arsen Avakov ha messo in allerta le forze dell’ordine, «per fronteggiare lo sviluppo di azioni estremiste» ed evitare bagni di sangue nella città. Come primo atto le forze di poliza hanno bloccato tutto il quartiere intorno al parlamento. Kiev resta in allerta anche rispetto alle eventuali mosse di Mosca, e il capo del parlamento Aleksandr Turcinov ha fatto sapere «Qualsiasi movimento dei militari della flotta russa del Mar Nero in Crimea, fuori delle zone prestabilite dagli accordi bilaterali, sarà valutato come aggressione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Leo says:

    “A Leopoli, città della regione che si affaccia sul mar Nero è di stanza la flotta militare russa”

    Va bene che di Ucraina i giornalisti italiani sanno poco, ma almeno non confondiamo Leopoli con Sebastopoli !

    • Mauro Casagrande says:

      Hai ragione, infatti i nostri giornalisti conoscono l’Ucraina solo attraverso le badanti.

  2. ANGELO says:

    PUTIN HA DATO UN AIUTO IN DOLLARI AMERICANI ALL’UCRAINA MOLTA CARTA, ORA GLI AMERICANI DEVONO RENDERE CONTO DI QUESTI DOLLARI STAMPATI , L’INTRODUZIONE DI TUTTA QUESTA CARTA-DOLLARI NEL MERCATO UCRAINO SBILANCIA IL DOLLARO ED ECCO LA GUERRA, AMERICANI CHE VENDERANNO ARMI AGLI UCRAINI A PREZZI FOLLI PER RECUERARE I DOLLARI CARTA. LA RUSSIA HA TALMENTE TANTI DOLLARI CARTA STRACCIA DA INTRODURRE NEL MERCATO DA FAR FALLIRE L’AMERICA . PUTIN HA GIA’ PREPARATO ALTRE DUE MOSSE PRESTITO DI DOLLARI CARTA AMERICANI A ALTRI DUE STATI NEL MEDITERRANEO E SUCCEDERA’ LA STESSA COSA ALTRE GUERRE IN NOME DEL DOLLARO CARTA, OGNI STATO DEVE ESSERE INDIPENDENTE E STAMPARSI LA PROPRIA MONETA E’ ORA CHE I POPOLI SI RIPRENDANO LA DIGNITA’, CHI NON L’AVESSE CAPITO PUTIN CI STA’ DANDO UNA MANO,QUESTA GUERRA L’AVEVO PREVISTA QUATTRO MESI FA’ E HO SCRITTO ANCHE LE PROSSIME MOSSE DI PUTIN NEL MEDITERRANEO SEMPRE CON L’INTRODUZIONE DI DOLLARI-CARTA DA PARTE DELLA RUSSIA.IL GIOCO CON L’EUROPA E’ STATO FACILE PER GLI AMERICANI E HANNO MESSO IN CRISI TUTTA L’EUROPA CON LA CARTA STRACCIA E DEI POLITICI LACCHE’ DELLE BANCHE AMERICANE.IL GIOCO STA’ FINENDO PUTIN NON LO COMPERANO.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi