Google+

Ucraina, Gazprom: «Kiev paghi o stacchiamo il gas»

marzo 7, 2014 Chiara Rizzo

Il colosso russo del Gas ha minacciato l’Ucraina: «O estingue il debito per le forniture o c’è il rischio di tornare alla situazione creatasi nel 2009».

L’ad di Gazprom Alexiei Miller, con Vladimir Putin

«O l’Ucraina estingue il debito e paga per le forniture correnti, oppure c’è il rischio di tornare alla situazione creatasi all’inizio del 2009»: è la minaccia che oggi ha fatto a Kiev l’amministratore delegato del colosso russo del gas Gazprom Alexiei Miller, che ha precisato che è oggi la scadenza del termine di pagamento per il gasolio russo fornito a febbraio all’Ucraina. Kiev deve a Mosca 1,8 miliardi di dollari.

IL REFERENDUM. Intanto oggi la Commissione elettorale centrale ucraina ha cercato di bloccare il referendum indetto dalla Crimea per il 16 marzo, per decidere se passare con la Federazione russa. La Commissione infatti ha bloccato per un certo periodo di tempo l’acceso al database con le liste elettorali della Crimea e di Sebastopoli (la Crimea ha lo status di regione autonoma), con l’obiettivo proprio di bloccare la consultazione del 16 marzo. Il vicepresidente della commissione. Andrei Maghera ha parlato alla tv ucraina: «Le autorità della Crimea non potranno usare i dati delle liste per fare i proprio elenchi dell’elettorato e, se lo faranno, non saranno elenchi con le condizioni richieste dalla legge».

“YANUKOVICH STA MALE”. Intanto scoppia un giallo sulle condizioni di salute dell’ex presidente ucraino Viktor Yanukovich, che attualmente si trova in Russia per sfuggire ad un mandato di cattura emesso da Kiev. Secondo il quotidiano russo Moskovski Komsomolets, Yanukovich sarebbe ricoverato in ospedale in gravi condizioni: sembrerebbe che l’ex presidente abbia avuto un infarto. Le autorità ucraine intanto hanno chiesto all’Interpol di emettere un mandato di cattura internazionale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi