Google+

Ucraina, abbattuto cargo partito da Kiev

luglio 14, 2014 Chiara Rizzo

Lo ha comunicato la presidenza ucraina, annunciando anche che l’esercito ha ripreso il controllo dell’aeroporto di Lugansk. Intanto il fronte filorusso rende noto il ritrovamento del corpo di un giornalista che sarebbe stato torturato dai filogovernativi

Donestk, continua l’esodo dei rifugiati verso la Russia. Un soldato ucraino saluta la famiglia diretta oltreconfine

La presidenza ucraina ha comunicato che oggi l’aereo cargo An-26 è stato abbattuto, «verosimilmente colpito da tiri provenienti dalla Russia»: è stato inoltre reso noto che oggi l’esercito di Kiev è riuscito a sbloccare l’aeroporto di Lugansk, nell’omonima regione orientale del paese, dopo intensi combattimenti con i separatisti filorussi: lo scalo era controllato da settimane dalle truppe governative, ma reso quasi inacessibile dagli indipendentisti che lo circondavano.

UCCISO GIORNALISTA FILORUSSO. Nello stesso momento, sulla propria pagina facebook, il presidente dell’organizzazione separatista filorussa Fronte popolare Novorossia ha comunicato il ritrovamento del corpo di Serghey Dolgov, vicino a Dnipropetrovsk, nell’Ucraina orientale. Dolgov era originario di un’altra città protagonista degli scontri tra filorussi e governativi, Mariupol, ed era stato sequestrato il 18 giugno. Secondo Novorossia Dolgov, direttore del giornale “Khaciu’ v Sssr” (Voglio tornare all’Urss) sarebbe stato rapito e torturato, prima di essere ucciso: Dolgov da tempo raccoglieva informazioni sulla violazione dei diritti umani dell’esercito ucraino nel conflitto nelle regioni orientali.

MOSCA: 30MILA RICHIESTE DI ASILO. Il capo del servizio federale per l’immigrazione Konstantin Romodanovsky, incontrando a Mosca Vincent Cochetel, direttore dell’ufficio europeo per l’Alto commissariato Onu per i rifugiati, ha reso noto che oltre 30mila ucraini, dall’inizio del conflitto nelle regioni orientali questa primavera, hanno chiesto lo status di rifugiato o l’asilo politico in Russia. Circa 500mila ucraini, inoltre, secondo Romodanovsky si sono trasferiti nelle regioni russe di confine e 130mila hanno chiesto permessi di soggiorno di lunga durata.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana