Google+

«Uccidi i monaci colpendoli alla testa», comanda un best-seller islamico in vendita in tutta la Francia

maggio 15, 2013 Leone Grotti

È polemica per il libro musulmano al-Muwatta’, in vendita sugli scaffali di tutte le librerie della Francia, che incita all’uccisione dei monaci cristiani e degli apostati

È polemica per un libro musulmano, in vendita sugli scaffali di tutte le librerie della Francia, che incita all’uccisione dei monaci cristiani e degli apostati. Il libro si intitola al-Muwatta’ ed è l’opera più famosa dell’imam di Medina Malik Ibn Anas (710-795).

«UCCIDI I MONACI». Nel testo si legge: «Tu vedrai delle persone che hanno la sommità del capo rasato [in riferimento alla chierica dei monaci, ndr], uccidili colpendoli sulla sommità della testa». Queste righe ricordano la fine dei monaci francesi di Tibhirine, rapiti nella notte tra il 26 e il 27 marzo 1996 a Médéea, sud di Algeri. Il 21 maggio dello stesso anno il “Gruppo islamico armato” ha annunciato la loro uccisione. Dei sette monaci uccisi furono ritrovate solo le teste.

BEST-SELLER. Al-Muwatta’, un best-seller islamico che incita anche alla guerra santa contro gli infedeli, è consigliato anche dall’Istituto del mondo arabo di Parigi. L’Osservatorio dell’islamizzazione francese ha chiesto che il governo apra una commissione di inchiesta parlamentare per verificare quanto sia appropriata la vendita di questi libri.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. marzio says:

    Questo e’ il dialogo come lo intendono gli islamisti e chi li tollera.Quel libro va ritirato dalla circolazione,se uno scrittore cristiano si fosse permesso una cosa del genere nei confronti del clero islamico, sarebbe già scoppiata la terza guerra mondiale.

    • Omar says:

      ai musulmani arrivano di continuo offese peggiori ogni giorno, ma evidentemente non te ne accorgi… e poi volevo farti notare che non tutti i musulmani sono estremisti (che in realtà non sono neanche dei musulmani, perché la religione vieta assolutamente di fare quello che fanno loro) e dipende dalle zone in cui vai, basta che vai in giordania per esempio e lì c’è gente molto più buona rispetto a quelli dell’italia, e non picchiano le donne o le impone alle sue regole

  2. giuliano says:

    il libro in questione suscita polemiche, e io che credevo che suscitasse un intervento della legge per istigazione all’omicidio. Debbo essere io arretrato a più di un secolo fa, se non capisco perché la famosa legge non interviene

  3. Giuseppe Narciso says:

    Islam religione dell’odio , chi è menzogniero e omicida fin dal principio ? Il demonio. Non aggiungo altro.

    • Omar says:

      Non parlare se non conosci la verità, voi subito abbinate questa persona qualsiasi all’Islam, in realtà i veri musulmani sono persone gentilissime che farebbero tutti per farti stare bene, e di discuro non penserebbero mai di uccidere una persona

      • Alby says:

        Sono convinto di quel che dici, che moltissimi mussulmani non penserebbero mai di uccidere una persona ma è anche vero che voi che siete così non fate nulla per denunciare con fermezza chi invece si comporta da terrorista. Siete voi che dovete cominciare a rivoltarvi contro quel tipo di Islam emarginando realmente quegli imam denunciandoli altrimenti non ne verremo più fuori e i “più forti” prevarranno

  4. marzio says:

    Caro omar, non sei molto realista ,nei Paesi dove vige il fondamentalismo islamico, ( e sono sempre dipiu)per noi cristiani e per le altre minoranze c’è la sottomissione o la fuga. Quei regimi dove i cristiani e tutti gli altri erano rispettati (con tutti i difetti che tali regimi avevano)sono stati invasi dall’alleanza islamista.- occidentale
    o sono stati rovesciati ad esempio tramite la falsa rivoluzione della primavera araba, E’ ovvio che tra i musulmani ci siano tante brave persone, come ovunque, ma sappi che i musulmani non integralisti sono anche essi vittime dell’islamismo.Sono contrario alle offese nei confronti dell’Islam come religione, e non vedo tutte queste offese in Europa nei confronti di tale religione;Nei paesi europei si costruiscono tante moschee, giustamente, per i fedeli islamici, ma lo stesso non si puo dire per la costruzione di Chiese nel mondo islamico, tanto per fare un esempio.Non faccio altri esempi,

    • tellina says:

      D’accordissimo con te. Purtroppo anche i mussulmani non integralisti si fanno (e in futuro saranno sempre di più) condizionare dalle loro leggi misogene e oltranziste. ergo tutti collusi!

  5. Massimiliano Ferrara says:

    L’importante è l’integrazione, quella falsa, sì quella intrisa di buonismo e multiculturalismo, per il resto non importanta. Scegliatevi, scendete dal letto (avete gia dormiti a lungo) e difendete i valori, le tradizioni e la cultura, sì quella nostra, quella Italiana: cosa c’è di strano? Festa dell’Italianita’ https://m.facebook.com/events/438251716271101?ref=bookmark&__user=100002591358074

  6. Massimiliano Ferrara says:

    L’importante è l’integrazione, quella falsa, sì quella intrisa di buonismo e multiculturalismo, per il resto non importanta. Svegliatevi, scendete dal letto (avete gia dormito a lungo) e difendete i valori, le tradizioni e la cultura, sì quella nostra, quella Italiana. Cosa c’è di così strano? Festa dell’Italianita’ a Roma Sabato 8 Giugno: cerca su Facebook. …

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

Il preparatore americano Hennessey sembra avere un’unica missione nella vita: lasciare a bocca aperta. Dopo aver creato sia la Venom GT, hypercar in grado di toccare i 435 km/h grazie a un V8 7.0 biturbo da 1.451 cv, sia l’evoluzione Venom F5, accreditata sulla carta di una velocità massima di oltre 480 km/h, ora si […]

L'articolo Hennessey VelociRaptor 6×6: forza bruta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download