Google+

Tutti contro tutti, uno stuolo di caratteristi per una simpatica commedia all’italiana

marzo 5, 2013 Simone Fortunato

Commedia all’italiana briosa e divertente diretta con garbo dall’attore regista Rolando Ravello, al debutto dietro la macchina da presa. Lo spunto è paradossale: una famiglia di estrazione popolare (lui è imbianchino, lei lavora in una grande villa come donna delle pulizie) si ritrova la casa occupata da non si capisce chi. Sporgono denuncia alla polizia […]

Commedia all’italiana briosa e divertente diretta con garbo dall’attore regista Rolando Ravello, al debutto dietro la macchina da presa. Lo spunto è paradossale: una famiglia di estrazione popolare (lui è imbianchino, lei lavora in una grande villa come donna delle pulizie) si ritrova la casa occupata da non si capisce chi. Sporgono denuncia alla polizia ma non essendo in regola con il contratto la legge può fare poco. Dopo varie vicissitudini la famiglia si accampa sul pianerottolo nella speranza di far sloggiare gli occupanti. Ravello, forte della sua grande carriera di caratterista (ha lavorato tanto in televisione e al cinema in film come Diaz e Gli equilibristi di Ivano de Matteo che compare qui in una piccola parte) sa bene che la commedia all’italiana vive di scrittura, di quel particolare, unico equilibrio tra amaro realismo e gusto per lo sberleffo ma anche di facce giuste.

ALL’ITALIANA. E infatti Tutti contro tutti vanta un grande repertorio dei migliori caratteristi: a parte Giallini che ormai da qualche anno si è ritagliato un posto di attore di primo piano, il film vive del carisma dello stralunato Ravello (nei panni del padre di famiglia), di Stefano Altieri (il nonno), Flavio Bonacci (il vicino di casa), il grande Antonio Gerardi (l’affittuario) e i soliti bravi Lorenza Indovina e Paolo Sassanelli. È grazie alla verve e alla professionalità di questi attori, al buon feeling che sin instaura tra i protagonisti Smutniak, Giallini e Ravello e alla riuscita di molte gag che il film si inserisce a buona ragione nel filone classico della commedia all’italiana. L’idea infatti è quella di raccontare uno spaccato dell’Italia popolare senza ricorrere alla volgarità e d’altro canto affondando il colpo sui mali di oggi: la crisi economica, la disperazione del non arrivare a fine mese, i piccoli trucchi per arrangiarsi e sopravvivere, mostrando attraverso un tono ora grottesco ora leggero uno sguardo amaro (equilibrato solo da positivo punto di vista di un ragazzino) su un’Italia un po’ meschina e imbrogliona. Non mancano i punti deboli: alcuni momenti sono sin troppo programmatici (la vicenda del campo rom, la divisione un po’ stucchevole tra italiani egoisti e stranieri “aperti” all’ospitalità), altri sono semplicemente incompiuti o popolati da personaggi scritti male come il rapporto tra la figlia maggiore e un compagno di scuola e conseguenti, banalissimi, discorsi sul sesso: vi è qualche caduta di dubbio gusto (la vicenda dei trans, una critica alla Chiesa poco circostanziata) e il finale è troppo paradossale per essere credibile. Ma nel complesso il film è piuttosto compatto, scorre bene, ha momenti davvero gustosi e con realismo restituisce pezzi di un’Italia popolare e cialtrona, la stessa Italia di venti, trenta, quarant’anni fa dei vari Sordi, Tognazzi, Gassman e di tanti, grandissimi caratteristi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi