Google+

Tutti al mare II, la vendetta

aprile 21, 1999 Schneider Luca

Amicus/Hostis

Sarà che il 18 aprile è il mio compleanno, sarà che la lunga (causa la mia testa) educazione religiosa mi ha lasciato qualche traccia, ma ciò che non sopporto è l’ipocrisia. Ci stanno prendendo in giro come al solito, chiamandoci a votare per il nuovo, per le riforme, per la fine del partitismo, nascondendoci le miserie del sistema maggioritario tanto osannato. Prima il malvivente era il sistema proporzionale, ora il sistema residuo del 25%. Si oppongono solo i malavitosi della I Repubblica. Ora in verità tutti hanno davanti i risultati del maggioritario: 44 partiti, più la totalità degli eletti figli dei padroni o padroncini, dei partiti sia di maggioranza che di opposizione. Non mi pare che il nuovo sistema abbia portato vantaggi nella selezione della classe politica italiana. O figli dei partiti, o figli dei padroni. Chi può dire che sia meglio l’informe ideologia di oggi che riguarda tutti i partiti rispetto ai pur lontani richiami ideali dei partiti di prima? È chiaro che oggi nessuno può fare politica partendo da aggregazioni spontanee di base come strada per affermare ideali e modi di organizzazione sociale. Le novità di oggi sono possibili solo in concorso con i padroni dei partiti (non a caso buona parte di essi ha il nome del leader) oppure con le grazie della rivoluzione giudiziaria, cioè con l’uso improprio della funzione più delicata del vivere civile (vedi Di Pietro). Ma sarebbe troppo facile allora dire: “perisca il referendum e poi basta”.

I furbi hanno già preparato la nuova riforma elettorale che è così sintetizzabile: “lunga vita all’Ulivo, morte all’opposizione”. Ecco perché l’antico motto craxiano “tutti al mare” è solo l’inizio di una battaglia per difendere il poco che ancora c’è dello stato di diritto nel nostro paese.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.