Google+

Triplice omicidio di Motta Visconti, fermato il marito. Avrebbe confessato

giugno 16, 2014 Chiara Rizzo

A confermare la notizia i carabinieri del comando provinciale. Carlo Lissi sarebbe crollato alle 4 del mattino, dopo che gli sono state contestate varie incongruenze. Tensioni con la moglie Crisitina Omes

Cristina Omes e Enrico Lissi il giorno del matrimonio (foto facebook)

Cristina Omes e Enrico Lissi il giorno del matrimonio (foto facebook)

È stato fermato alle 4 del mattino con l’accusa di triplice omicidio Carlo Lissi, 31 anni, il marito e padre delle donna e due bambini uccisi nella notte tra sabato e domenica. Lissi è stato fermato dai carabinieri del comando provinciale di Milano perché dopo un lungo interrogatorio, in cui sarebbe più volte caduto in contraddizione e avrebbe contraddetto anche quanto emergeva da altri testimonianze, avrebbe – secondo le indiscrezioni raccolte dai giornalisti – alla fine anche confessato.

INCONGRUENZE. Mentre stamattina nella villetta di Motta Visconti dove sono stati sgozzati Cristina Omes, 38 anni, Giulia (5) e Gabriele (20 mesi) è in corso il terzo sopralluogo dei Ris, dal comando provinciale emergono alcuni dei particolari che avrebbero creato i sospetti nei carabinieri. Lissi aveva dato l’allarme alle due della notte del 14-15 giugno, raccontando di essere rincasato intorno alle due, dopo aver visto la partita in casa di amici. Dopo un primo lungo interrogatorio sino alle 5 di ieri mattina, l’uomo era poi ritornato al comando provinciale nel pomeriggio. Ciò che non ha convinto gli inquirenti è stata una serie di elementi: il fatto che non fosse stata trovata l’arma del delitto nelle vicinanze, il fatto che non fossero stati risparmiati nemmeno i due bambini per un eventuale rapina di piccolissime dimensioni (sebbene fosse stata ritrovata la cassaforte aperta, non c’erano segni particolari di forzature, e mancava una cifra irrisoria in contanti) ma di estrema efferatezza (nella casa c’era molto sangue in giro), il fatto che dalle testimonianze degli amici fosse emersa una forte tensione tra i due coniugi. Gli amici e parenti sono stati convocati per tutta la giornata di ieri. La notizia della confessione di Lissi è stata confermata a Radio Capital anche dal sindaco di Motta Visconti Primo De Giuli: «Ha confessato orari, modalità, tutto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.