Google+

Triplice omicidio di Motta Visconti, fermato il marito. Avrebbe confessato

giugno 16, 2014 Chiara Rizzo

A confermare la notizia i carabinieri del comando provinciale. Carlo Lissi sarebbe crollato alle 4 del mattino, dopo che gli sono state contestate varie incongruenze. Tensioni con la moglie Crisitina Omes

Cristina Omes e Enrico Lissi il giorno del matrimonio (foto facebook)

Cristina Omes e Enrico Lissi il giorno del matrimonio (foto facebook)

È stato fermato alle 4 del mattino con l’accusa di triplice omicidio Carlo Lissi, 31 anni, il marito e padre delle donna e due bambini uccisi nella notte tra sabato e domenica. Lissi è stato fermato dai carabinieri del comando provinciale di Milano perché dopo un lungo interrogatorio, in cui sarebbe più volte caduto in contraddizione e avrebbe contraddetto anche quanto emergeva da altri testimonianze, avrebbe – secondo le indiscrezioni raccolte dai giornalisti – alla fine anche confessato.

INCONGRUENZE. Mentre stamattina nella villetta di Motta Visconti dove sono stati sgozzati Cristina Omes, 38 anni, Giulia (5) e Gabriele (20 mesi) è in corso il terzo sopralluogo dei Ris, dal comando provinciale emergono alcuni dei particolari che avrebbero creato i sospetti nei carabinieri. Lissi aveva dato l’allarme alle due della notte del 14-15 giugno, raccontando di essere rincasato intorno alle due, dopo aver visto la partita in casa di amici. Dopo un primo lungo interrogatorio sino alle 5 di ieri mattina, l’uomo era poi ritornato al comando provinciale nel pomeriggio. Ciò che non ha convinto gli inquirenti è stata una serie di elementi: il fatto che non fosse stata trovata l’arma del delitto nelle vicinanze, il fatto che non fossero stati risparmiati nemmeno i due bambini per un eventuale rapina di piccolissime dimensioni (sebbene fosse stata ritrovata la cassaforte aperta, non c’erano segni particolari di forzature, e mancava una cifra irrisoria in contanti) ma di estrema efferatezza (nella casa c’era molto sangue in giro), il fatto che dalle testimonianze degli amici fosse emersa una forte tensione tra i due coniugi. Gli amici e parenti sono stati convocati per tutta la giornata di ieri. La notizia della confessione di Lissi è stata confermata a Radio Capital anche dal sindaco di Motta Visconti Primo De Giuli: «Ha confessato orari, modalità, tutto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana