Google+

Tre testimoni ripudiano le accuse contro l’imam che ha denunciato Rimsha

ottobre 4, 2012 Redazione

Tre dei quattro testimoni che avevano accusato Khalid Jadoon Chishti, l’imam che ha fabbricato le prove contro Rimsha, hanno ritrattato. Bhatti: «Ma lei sarà assolta»

Tre dei quattro testimoni che avevano accusato Khalid Jadoon Chishti, l’imam che ha fabbricato le prove contro Rimsha, hanno ritrattato. Solo un quarto, Hafiz Zubair, ha confermato le accuse.

Rimsha è la quattordicenne cristiana pakistana al centro di un caso internazionale perché accusata di blasfemia. Il tribunale che giudicherà del suo rinvio a giudizio ha rimandato la decisione al 18 ottobre. Intanto, però, il suo accusatore è finito in prigione, accusato a sua volta di aver fabbricato le prove contro di lei. Come si diceva, lunedì, tre dei suoi quattro accusatori hanno ritrattato la loro versione. Probabile l’abbiano fatto per il timore di ritorsioni.

In ogni caso, come ha spiegato all’Agenzia Fides Paul Bhatti, ministro per l’Armonia nazionale, la strategia degli accusatori di Rimsha è destinata al fallimento, dato che «il caso è in mano all’Alta Corte, tribunale non condizionabile, e le prove presentate dalla difesa sono schiaccianti». Rimsha procede «speditamente verso l’assoluzione» e «a nulla può valere la ritrattazione dei testimoni che hanno accusato l’imam Khalid Jadoon Chishti di aver orchestrato il caso». Secondo Fides «le loro dichiarazioni sono state registrate secondo la sezione n. 164 del Codice Penale del Pakistan. Ciò significa che il giudice ha sottoposto per ben tre volte il documento ai testimoni, chiedendone conferma, e assicurandosi che non vi fossero condizionamenti di sorta. Dopo tale procedura, le dichiarazioni sono ritenute inoppugnabili, e la ritrattazione, secondo le leggi vigenti, risulta inammissibile».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi