Google+

Tornano i Chieftains, ma manca la festa

aprile 12, 2012 Carlo Candiani

Il leggendario gruppo irlandese torna con “Voice of Ages”, disco dalle ricche collaborazioni ma che lascia l’amaro in bocca. Dove sono finite le loro tipiche atmosfere gioiose?

Dal 1962 gli irlandesi Chieftains sono l’icona della musica tradizionale irish, gli ambasciatori più prestigiosi che portano in giro per il mondo ballate commoventi e gighe frenetiche. Dalla metà degli anni 90 l’ensamble strumentale capitanato da Paddy Moloney ha prodotto travolgenti cd all’insegna del crossover con le collaborazioni dei protagonisti del rock e del pop: Van Morrison, Sting, Mark Knopfler, Tom Jones, Art Garfunkel, Joni Mitchell, Ry Cooder, Mick Jagger, sono solo alcuni dei nomi a cui si aggiungono il gotha del bluegrass americano, gli artisti europei, i giovani gruppi emergenti, i musicanti messicani. Tutto all’insegna della contaminazione. L’intento dei Chieftains è sempre stato uno solo: stringere amicizie, attraverso lo scrigno musicale della loro verde terra irlandese e confrontarsi con altre culture, lasciando che le note sprigionassero una festa interminabile che coinvolgesse gli stessi musicisti e gli ascoltatori in platea.

Purtroppo, il magico meccanismo non funziona nel loro ultimo lavoro, che celebra il mezzo secolo di attività del gruppo irlandese. E non perché si si sia lesinato sulle collaborazioni: c’è Bon Iver, giovane folk singer, ci sono i Decemberists, freschi e sinceri, c’è lo scozzese Paolo Nutini, c’è il “Jimi Hendrix” della cornamusa, il galiziano Carlos Núñez e altri interessanti ospiti, tenuti insieme dall’esperienza produttiva  di un “santone” della discografia mondiale, T-Bone Burnett. Gli artisti coinvolti non riescono a ricreare quel senso di festa e di gioia che contraddistingue i lavori dei Chieftains. Forse per un ricercato ed eccessivo minimalismo, per la perdita di spontaneità, necessaria all’alchimia generale e, soprattutto, per una certa ripetitività che diventa la palla al piede dei brani scelti.
Non che Voices of Ages – così s’intitola il cd – sia di scarsa qualità: si tratta comunque di un prodotto di grande professionismo ed eleganza, ma quel filo di delusione s’insinua tra i solchi (come si diceva all’epoca del vinile) e non ci abbandona, lasciandoci alla fine con po’ di amaro in bocca.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. F*ckin’ remarkable things here. I am very glad to see your post. Thanks a lot and i am looking forward to contact you. Will you kindly drop me a e-mail?

  2. car says:

    Great post, I think people should larn a lot from this blog its really user friendly . “You don’t have to deserve your mother’s love. You have to deserve your father’s.” by Robert Frost.

  3. beppe says:

    non capisco una mazza , ma sono d’accordo con tutto quello che avete scritto. viva la musica

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download