Google+

Torino. «I tagli alle scuole paritarie sono una mossa ideologica dei grillini»

maggio 6, 2017 Francesca Parodi

Il sindaco Chiara Appendino aveva promesso di ridurre il taglio da 750 mila a 500 mila euro, poi ha cambiato idea. «È un attacco alle famiglie»

scuola-torino-ansa

La giunta torinese del M5s si rimangia le promesse e conferma il taglio di 750 mila euro ai fondi destinati alle scuole materne cattoliche della Fism. L’anno scorso erano stati stanziati 3 milioni di euro, quest’anno invece verranno ridotti del 30 per cento: il contributo dunque scenderà a 2 milioni e 250 mila euro. La drastica riduzione dei contributi per le paritarie, contenuta nel Bilancio di previsione 2017, aveva sollevato molte critiche, tanto da spingere il sindaco Chiara Appendino a promettere di ridurre il taglio a 500 mila euro. Invece, nella fase finale dell’approvazione del Bilancio, è stata proprio la maggioranza del Consiglio comunale a rifiutare l’emendamento per la riduzione dei tagli.

«MOSSA IDEOLOGICA». «Mi sembra incredibile che una Giunta di una città importante come Torino si pronunci davanti alla stampa su un tema tanto delicato prima di consultarsi con i revisori dei conti. È una forma di dilettantismo», commenta a tempi.it Luigi Vico, presidente della Fism Torino. «I tagli sui contributi alle scuole paritarie sono una mossa politica e ideologica», perché confermano le tendenze stataliste e laiciste dei Cinquestelle, «già evidenti prima delle elezioni, ma ora concretizzate». Il risultato è che le rette delle scuole aumenteranno e si dovranno abbassare gli stipendi dei professori, mettendo così a rischio la libertà d’educazione.

«ATTACCO ALLE FAMIGLIE». Dello stesso avviso è Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati e consigliere comunale: «Questi tagli non sono altro che un attacco alle famiglie» e «minano la tenuta stessa del sistema scolastico torinese». Aggiunge: «Se si assegnano 50 milioni alle scuole comunali (che accolgono 7.800 bambini) è quanto meno sproporzionato assegnare 2,5 milioni alle scuole materne convenzionate (5.500 bambini, 550 dipendenti)».

AGEVOLAZIONI ELIMINATE. La Giunta si è impegnata a recuperare il prima possibile le risorse necessarie per assestare il bilancio e reintegrare quanto era stato promesso. Nel frattempo però le famiglie torinesi hanno raccolto in quattro giorni 9.450 firme contro la disposizione e organizzato una protesta davanti al Palazzo civico. I tagli alle scuole materne cattoliche rientrano in un più ampio programma di austerity previsto dai Cinquestelle torinesi: si tolgono anche le agevolazioni sulla tassa rifiuti alle famiglie disagiate e si riducono nettamente i contributi per il mondo della cultura. Oltre al recupero dei fondi, la Giunta torinese deve anche trovare le risorse per ripagare ripagare i debiti con le società Ream e InfraTo, voce che non è stata messa a bilancio.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Si infiamma il segmento delle hatchback sportive. La Renault non resta a guardare e risponde alle rivali più agguerrite del momento, vale a dire Ford Focus RS e Volkswagen Golf R, con la nuova generazione della Mégane RS. Attesa al debutto in occasione dell’imminente Gran Premio di F1 di Montecarlo, la media ad alte prestazioni […]

L'articolo Renault Mégane RS 2017: debutta a Montecarlo proviene da RED Live.

Con la nuova Micra, Nissan ha voltato pagina. La più recente generazione dell’utilitaria giapponese, presentata nel 2016, è infatti cresciuta nelle dimensioni – è più lunga di 17 cm e larga di 7 cm rispetto al vecchio modello – si è ispirata esteticamente alle SUV Qashqai e X-Trail, ha beneficiato di una linea aggressiva e […]

L'articolo Nissan Micra, si amplia la gamma proviene da RED Live.

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 […]

L'articolo MINI model year 2017: una ventata di novità proviene da RED Live.

Ti guarda attraverso il finestrino semi abbassato, sorridendo sornione. Stringe tra le mani il volante di una Classe E (serie W211) del 2007 e, con malcelato orgoglio, ti dice che lui, con quell’auto, ha percorso 500.000 km limitandosi alla manutenzione ordinaria. Poi, quando scatta il verde, saluta con la manina e ti lascia lì, impietrito. […]

L'articolo Long run Mercedes-Benz E220d proviene da RED Live.

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte. 32 cm più corta della Kodiaq La nuova Karoq, “gemella diversa” […]

L'articolo Skoda Karoq: profumo di Tiguan proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana