Google+

Toh, Putin ha vinto le elezioni. «Evitata la distruzione dello Stato russo»

marzo 5, 2012 Redazione

Vladimir Putin è ancora presidente della Russia, ha vinto con il 64 per cento dei voti. «Abbiamo evitato l’usurpazione del potere» ha detto davanti a centomila persone.

“Vladimir Putin ha vinto, come da copione. Non ha riportato un risultato «bulgaro» come nel 2004 (prese il 71,3 per cento), non ha raggiunto il suo delfino Dmitrij Medvedev che quattro anni fa superò il 70 per cento, ma si è anche staccato nettamente dal suo partito Russia Unita che a dicembre non ha raggiunto il 50 per cento. Con gli altri candidati, a cominciare dal comunista Gennadij Zyuganov, non c’è stata storia, ma il punto non è tanto questo. Nonostante le telecamere e il mezzo milione di osservatori dislocati nel seggio, ci sarebbero stati brogli. Non clamorosi; probabilmente non in grado di spostare sostanzialmente il risultato, ma abbastanza perché queste elezioni non possano essere definite del tutto oneste e trasparenti. Molti osservatori internazionali hanno comunque detto di non aver riscontrato «violazioni serie»” (Corriere, p. 2).

“Secondo i risultati parziali diffusi ieri sera dalla Commissione elettorale centrale Putin ha ottenuto circa il 64 per cento dei consensi. Dietro di lui il comunista Zyuganov con il 17-18 per cento, quindi a sorpresa il plurimiliardario Mikhail Prokhorov accreditato di un 6,9 per cento. Quarto l’istrionico nazionalista liberaldemocratico Vladimir Zhirinovskij con circa il 6,5 per cento e in coda l’ex speaker del senato Sergej Mironov con il 3,7. I primi risultati «reali» sono stati naturalmente quelli dell’Estremo Oriente che è dieci ore avanti a Mosca. Lì i consensi per Putin sono più alti, fino al 65 per cento” (Corriere, p. 2).

“Poco prima delle 11 ieri Putin e Medvedev sono saliti sul palco in mezzo ai loro sostenitori [circa centomila, ndr] per rivendicare la vittoria e ringraziare tutti. VV era visibilmente commosso (una lacrima gli scendeva dall’occhio destro, dopo avrebbe detto che era stata «colpa del vento») e arrabbiato: «Abbiamo evitato la distruzione dello Stato russo e l’usurpazione del potere», ha tuonato” (Corriere, p. 2).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana