Google+

“The counselor”. L’ultimo lavoro di Cormac McCarthy è una sceneggiatura

giugno 18, 2013 Redazione

Nel film, regia di Ridley Scott, ci saranno Brad Pitt e Penelope Cruz. Sul New Yorker, un estratto esclusivo dello script dell’autore di “La strada” e “Non è un paese per vecchi”

Frontiera tra Messico e Stati Uniti. Deserto del sud-ovest. Cupe montagne ritagliate in un cielo rosso-sangue. Un pick-up parcheggiato nella polvere. Un uomo tende un filo metallico da un lato all’altro di una strada che tira diritto per miglia e miglia nel  deserto. Questi, sono alcuni tra i primi elementi noti di “The counselor”, film scritto da Cormac McCarthy, che uscirà nelle sale americane a fine autunno. Nell’estratto della sceneggiatura pubblicato recentemente, in anteprima esclusiva, sul New Yorker, sembra che anche l’ultimo dei lavori dello scrittore americano segua il filone southern-gothic che caratterizza tutte le sue opere, «questioni di vita o di morte» (McCarthy), affrontate con realismo e crudezza.

THE COUNSELOR.  Il film basato sulla sceneggiatura della autore di La strada e Non è un paese per vecchi narra la storia di un avvocato californiano che s’improvvisa narcotrafficante per far soldi. Si mette in affari con un tale di nome Reiner, losco conoscente con amicizie e relazioni con uomini dii cartelli della droga sudamericani. A far gola al protagonista sono 220 galloni di cocaina trasportati attraverso la frontiera in un’autocisterna. L’obiettivo è entrarne in possesso e rivenderla per venti milioni di dollari.  Per spacciarla avrà bisogno dell’aiuto di un altro poco di buono di nome Westray.

IL CAST. La sceneggiatura dello scrittore americano, stampata da cima a fondo con la sua Olivetti lettera 32 – quella “nuova”, la vecchia macchina da scrivere è stata venduta all’asta per 254mila dollari-, è andata a finire nelle mani di Ridley Scott, che ha deciso di trasformarla in un film. Nel cast della pellicola diretta dal regista di “Blade runner” e “Il gladiatore”, ci sono Brad Pitt, Michael Fassbender, Javier Bardem, Penelope Cruz, Cameron Diaz.

CORMAC MCCARTHY. Lo scrittore che vive da eremita nel sud-ovest degli Stati Uniti non è alla prima esperienza diretta con il cinema. A parte le trasposizione cinematografiche dei suoi libri, da lui esclusivamente sorvegliate, e lo sceneggiato teatrale Sunset Limited, è nel 1996, con “Il figlio del giardiniere” di Richard Pearce, che McCarthy, all’età di 63 anni, debutta nel cinema. Il film basato sulla sua seconda sceneggiatura esce, invece, a 80 anni compiuti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Motore cresciuto in cilindrata, potenza, coppia. Comfort aumentato grazie a tante piccole attenzioni. La nuova Aprilia Tuono 1100 vuole essere più versatile senza dimenticare le proprie origini. Meglio su strada, sempre efficace in pista

Grazie all’abbinamento del boxer 2.0 td con il cambio CVT, sfodera un mix sinora sconosciuto di comfort, reattività, efficacia fuoristrada e piacere di guida. Le 4WD e il sistema X-Mode garantiscono prestazioni off road superiori alla media della categoria.

La SUV nipponica adotta per la prima volta un gruppo propulsivo ibrido. L’abbinamento di un 2.0 benzina a un’unità elettrica porta in dote 191 cv e una percorrenza media di 20,6 km/l. Disponibile in Giappone, potrebbe presto arrivare in Italia.

Yamaha si tuffa nel segmento delle sportive dedicate ai patentati A2 con la nuova YZF-R3, docile e adatta all’uso quotidiano ma divertente alla guida. Anche in pista.

Il Salone Internazionale del Mobile di Milano presenta la mostra The Art of Living, realizzata dall'Interiors magazine del Corriere della Sera, che espone fino al 26 aprile la Citroën C4 Cactus

Speciale Nuovo San Gerardo