Google+

Thailandia, il premier scioglie le camere per tentare di placare la protesta dem

dicembre 9, 2013 Chiara Rizzo

In piazza a Bangkok ci sono 150mila manifestanti vicini o appartenenti al Partito democratico e chiedono le dimissioni del governo e la nomina di un Consiglio popolare che prenda le redini del paese

Il premier thailandese Yingluck Shinawatra è stata costretta oggi ad annunciare lo scioglimento delle camere e a indire nuove elezioni del Parlamento, a causa delle proteste massicce in corso in particolare nella capitale Bangkok che si sono susseguite nelle ultime settimane. I manifestanti, che sono riusciti anche ad occupare la sede di alcuni ministeri, ha chiesto con veemenza le dimissioni di Yingluck Shinawatra, ritenuta solamente un burattino del fratello ed ex premier Thaksin Shinawatra, deposto e residente all’estero, da quando è stato condannato per corruzione e conflitto di interessi.

DIMISSIONI DI MASSA. Il portavoce del governo ha annunciato in serata ora locale (in Italia erano le 3 di notte) che le elezioni si terranno il prossimo due febbraio e che il parlamento è sciolto. Intanto in piazza 150mila persone chiedevano per l’ennesima volta non solo che il premier se ne andasse, ma che venisse nominato un Consiglio popolare per assumere le redini del paese. Il partito dei Shinawatra ha vinto tutte le cinque elezioni che si sono tenute a partire dal 2001, e può contare sul sostegno delle classi medio-basse e soprattutto di quelle della popolosa regionare rurale del sud-est. Il principale partito d’opposizione, il Democratico, è guidato da Suthep Thaugsuban, oggi leader delle proteste di piazza, che conta invece sul sostegno della borghesia di Bangkok e dei monarchico-nazionalisti del sud del paese. I deputati del Partito democratico thailandese avevano già presentato le dimissioni di massa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download