Google+

Thailandia, il premier scioglie le camere per tentare di placare la protesta dem

dicembre 9, 2013 Chiara Rizzo

In piazza a Bangkok ci sono 150mila manifestanti vicini o appartenenti al Partito democratico e chiedono le dimissioni del governo e la nomina di un Consiglio popolare che prenda le redini del paese

Il premier thailandese Yingluck Shinawatra è stata costretta oggi ad annunciare lo scioglimento delle camere e a indire nuove elezioni del Parlamento, a causa delle proteste massicce in corso in particolare nella capitale Bangkok che si sono susseguite nelle ultime settimane. I manifestanti, che sono riusciti anche ad occupare la sede di alcuni ministeri, ha chiesto con veemenza le dimissioni di Yingluck Shinawatra, ritenuta solamente un burattino del fratello ed ex premier Thaksin Shinawatra, deposto e residente all’estero, da quando è stato condannato per corruzione e conflitto di interessi.

DIMISSIONI DI MASSA. Il portavoce del governo ha annunciato in serata ora locale (in Italia erano le 3 di notte) che le elezioni si terranno il prossimo due febbraio e che il parlamento è sciolto. Intanto in piazza 150mila persone chiedevano per l’ennesima volta non solo che il premier se ne andasse, ma che venisse nominato un Consiglio popolare per assumere le redini del paese. Il partito dei Shinawatra ha vinto tutte le cinque elezioni che si sono tenute a partire dal 2001, e può contare sul sostegno delle classi medio-basse e soprattutto di quelle della popolosa regionare rurale del sud-est. Il principale partito d’opposizione, il Democratico, è guidato da Suthep Thaugsuban, oggi leader delle proteste di piazza, che conta invece sul sostegno della borghesia di Bangkok e dei monarchico-nazionalisti del sud del paese. I deputati del Partito democratico thailandese avevano già presentato le dimissioni di massa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.