Google+

Taylor Swift (chi?) è molto più ricca di Lady Gaga

marzo 14, 2012 Elisabetta Longo

La bionda regina della musica country, praticamente sconosciuta in Italia, è in testa alla classifica annuale di Billboard che fa i conti in tasca ai cantanti. Solo quarta Lady Gaga, a cui non resta altro da fare che procurarsi un cappello da cowboy.

Le riviste musicali sono peggio di quelle di moda. Ciò che viene scritto sulle loro pagine sancisce per sempre l’influenza o meno di un cantante sulla scena e nei decenni a venire. In particolare se si tratta di classifiche. Billboard su questo non ha rivali e lo fa dal 1936. La sua “Billboard Hot 100”, che riguarda le cento canzoni più ascoltate degli Stati Uniti, non ha rivali ed è più affidabile del Nasdaq. Con queste premesse, è comprensibile capire che nello scorrere la classifica definitiva del 2011, ultimata in questi giorni, ci vuole rispetto, anche quando non si è d’accordo con le posizioni definitive in termini di talento o fama.

Facendo una media tra vendite discografiche, concerti e apparizioni nella settimanale hot 100 è risultato che l’imbattibile dello scorso anno è una biondina da noi praticamente sconosciuta: Taylor Swift. La cantante di country pop, un genere che al solo pronunciarlo fa corrodere i timpani, si piazza in testa con oltre 35 milioni di dollari. Justin Bieber invece si piazza solo 35esimo, con appena 5 milioni di dollari. Il baronetto Sir Paul McCartney incassa 6,7 milioni e i suoi Beatles (non fate quella faccia, sono in classifica dal 1965, bisogna saperlo accettare) ne incassano pure qualche decina di migliaia di dollari in più. Tra gli altri nomi che non ti aspetti c’è Keith Urban, anche lui re del country e marito di Nicole Kidman, il cast di Glee con 12 milioni, e Kenny Chesney, sì, sempre country, al secondo posto con 29 milioni, di poco sotto agli U2. E Lady Gaga. Quarto posto per lei, battuta a mani basse dai cantanti country. Chissà che il suo prossimo travestimento non siano cappello da cowboy e stivaloni, l’unico che non ha ancora sfoggiato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana