Google+

Messaggi con tag arabia saudita

epa03517403 Christians attend Christmas eve prayers in front of a nativity scene, outside St.Mary's Catholic Church (not pictured), during a Christmas Holy Mass in Dubai, United Arab Emirates, 24 December 2012. Millions of Catholic Christians celebrate Christmas on 25 December, marking the day when the Virgin Mary gave birth to Jesus Christ.  EPA/ALI HAIDER

Noi cristiani nel cuore dell’islam

Come si fa a «formare una società più umana» in una terra che è come un’unica «grande moschea» e dove le conversioni sono punite con la morte? Risponde Camillo Ballin, vicario dell’Arabia del nord
Leone Grotti 5 settembre, 2016
epa04941695 Muslim pilgrims prepare to leave after praying at the Masjid al-Haram Mosque, Islam's holiest site, two days before the Haj pilgrimage, in Mecca, Saudi Arabia, 20 September 2015. The Haj pilgrimage 2015 takes place in Mecca from 22 to 26 September. The pilgrimage is one of Islam's five pillars, it has to be performed at least once in one's life if he or she can afford it.  EPA/AMEL PAIN

Arabia Saudita. Scoperti a pregare la Madonna in casa: arrestati e deportati 27 cristiani

Il regno wahabita ultraconservatore non permette la pratica di alcun culto al di fuori dell'islam sunnita. È permesso pregare in casa ma al massimo due famiglie insieme
Leone Grotti 2 settembre, 2016
FILE - In this Aug.4 2016 file photo made from video, Nissrine Samali, 20, gets into the sea wearing traditional Islamic dress, in Marseille, southern France. The French resort of Cannes has banned full-body, head-covering swimsuits worn by some Muslim women from its beaches, citing security concerns. A City Hall official said the ordinance, in effect for August, could apply to burkini-style swimsuits.  (AP Photo, File)

Francia, parte male “l’islam repubblicano”

Inflessibile sul burkini, morbido sul diritto alla libertà religiosa. Il governo lancia la "Fondazione per un islam di Francia", ma il suo presidente, Jean-Pierre Chevènement, non ha precedenti incoraggianti
Leone Grotti 31 agosto, 2016
siria-ribelli-bambino-decapitato1

Ribelli “moderati” finanziati da Turchia e Qatar decapitano un bambino in Siria

Al grido di «Allahu Akbar» ribelli sostenuti in passato anche dagli Stati Uniti hanno tagliato la testa a un ragazzino che, secondo i suoi aguzzini, combatteva per il governo di Bashar al-Assad
Leone Grotti 20 luglio, 2016
Uno dei membri del commando che ha assaltato il ristorante di Dacca, Bangladesh, in una foto con kefiah in testa e kalashnikov in mano pubblicate dall'ISIS.
ANSA/SITE  INTEL GROUP/ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING

Il rancoroso nichilismo dei jihadisti benestanti del Bangladesh

Gli autori dell’attentato a Dacca non erano poveri sfruttati, ma giovani appartenenti alle classi agiate, figli di esponenti dell’élite politica
Rodolfo Casadei 5 luglio, 2016
Bangladeshi policemen stand guard in an area cordoned off after heavily armed militants struck at the heart of Bangladesh's diplomatic zone on Friday night, in Dhaka, Bangladesh, Saturday, July 2, 2016. Bangladeshi forces stormed the popular Holey Artisan Bakery in Dhaka's Gulshan area to end a hostage-taking early Saturday. (AP Photo)

Bangladesh. Tutti i miti sul terrorismo islamico sfatati dall’attentato di Dacca

I danni dell'Arabia Saudita, l'illusione di poter chiudere gli occhi, la balla dell'integrazione e il ruolo dei comuni fedeli islamici
Leone Grotti 4 luglio, 2016
This image posted on the Twitter page of Syria's al-Qaida-linked Nusra Front on Wednesday, June 15, 2016, which is consistent with AP reporting, shows Nusra Front fighters on their vehicle preparing to leave and battle against Syrian troops and pro-government gunmen, at the hilltop of Khalsa village, southern Aleppo, Syria. Activists reported intense fighting between government troops and rebels in southern Aleppo where the insurgent groups are angling for a strategic hill to expand their presence in the area. The Britain-based Syrian Observatory for Human Rights said the government repelled a rebel advance in the area amid intense air raids. Arabic, bottom right, reads, "departure of the support units to the southern hill of Khalsa." (Al-Nusra Front Twitter page via AP)

Le armi americane e saudite per i ribelli siriani trafugate e vendute al mercato nero

Il traffico di armi dimostra le «caotiche e imponderabili conseguenze dei programmi di addestramento e armamento di ribelli» voluto da Obama.
Leone Grotti 27 giugno, 2016
epa04951694 Adel Ahmed Al-Jubeir, Foreign Minister of Saudi Arabia (L) shakes hands with United Nations Secretary-General Ban Ki-moon before the start of their meeting on the sidelines of the United Nations Sustainable Development Summit and on the eve of the General Debate of the UN General Assembly in New York, New York, USA, 26 September 2015.  EPA/JASON SZENES

«Fatwe, minacce, intimidazioni». Così i paesi islamici hanno “convinto” l’Onu a salvare l’Arabia Saudita

Ban Ki-moon ha tolto l'Arabia Saudita dalla lista nera dei paesi violatori dei diritti dei bambini, anche se ne ha uccisi almeno 510 in Yemen nel 2015. Ufficiali dell'Onu rivelano: «Bombardati di minacce»
Leone Grotti 9 giugno, 2016
epa05179929 A child walks past her family's house that was destroyed by a Saudi-led airstrike at a neighborhood in Sana'a, Yemen, 25 February 2016. According to reports, the Saudi-led coalition stepped up its airstrikes on Sana'a, killing at least one man and wounding two children.  EPA/YAHYA ARHAB

Strage di bambini in Yemen. «L’Onu tocca il fondo e capitola davanti all’Arabia Saudita»

Nel 2015 l'esercito saudita ha ucciso almeno 510 bambini in Yemen. Dopo le pressioni degli sceicchi, però, l'Onu ha rimosso Riyad dalla lista nera dei paesi violatori dei diritti dei bambini
Leone Grotti 7 giugno, 2016
epa04941681 Muslim pilgrims circumvent around the Kaaba at the Masjid al-Haram Mosque, Islam's holiest site, two days before the Haj pilgrimage, in Mecca, Saudi Arabia, 20 September 2015. The Haj pilgrimage 2015 takes place in Mecca from 22 to 26 September. The pilgrimage is one of Islam's five pillars, it has to be performed at least once in one's life if he or she can afford it.  EPA/AMEL PAIN

Lo scontro politico e religioso tra Iran e Arabia Saudita investe il pellegrinaggio alla Mecca

L'anno scorso sono morte almeno 2.300 persone e gli ayatollah sciiti ne hanno approfittato per mettere in discussione l'autorità religiosa e politica dell'arcinemico sunnita
Leone Grotti 30 maggio, 2016
Pagine:«123456...21»
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a cerchiare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da fare e vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download