Google+

Svizzera al voto per escludere l’aborto dall’assicurazione sanitaria obbligatoria: «Non è una malattia»

febbraio 8, 2014 Redazione

I sondaggi non sorridono ai promotori dell’iniziativa, è contrario ili 60 per cento degli abitanti

È giusto che i costi dell’aborto siano coperti dall’assicurazione sanitaria obbligatoria? Questo è il principale quesito su cui domani, domenica 9 febbraio, dovranno esprimersi gli svizzeri in un referendum che riguarda anche temi legati all’immigrazione, al trasporto ferroviario e all’embrioriduzione, cioè la riduzione del numero di embrioni ottenuti mediante fecondazione in vitro e successivamente impiantati nell’utero.

SONDAGGI, VINCE IL “NO”. I sondaggi non sorridono ai promotori dell’iniziativa e gli svizzeri favorevoli al mantenimento della copertura sanitaria obbligatoria si aggirano intorno al 60 per cento. I promotori del referendum affermano che l’intenzione non è quella di mettere in discussione la possibilità di abortire, ma il fatto che la pratica sia finanziata dallo Stato anche con i soldi di chi è contrario. «L’aborto non è una malattia», affermano il partito popolare svizzero, il partito evangelico svizzero e i popolari democratici.

ALTA LA VENDITA DI PILLOLE. La campagna per il “no” fa leva sul fatto che la nuova proposta rappresenta una minaccia ai «diritti fondamentali» della donna, che come sancisce l’Oms deve poter beneficiare del miglior stato di salute possibile. L’aborto in Svizzera è legale dal 2002 e fu introdotto proprio tramite referendum con il favore di oltre il 70 per cento dei votanti. Nel 2010 si sono verificati nel paese 11.092 interruzioni di gravidanza.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Silvana says:

    Qualcuno sa il risultato del referendum??? Dovrebbero farlo anche in Italia!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi