Google+

Aumentano i casi di suicidio assistito nello Stato di Washington nel 2012. Riportati abusi della legge

giugno 28, 2013 Leone Grotti

I decessi sono aumentati del 63 per cento rispetto al 2010, passando da 87 a 121. Dopo soli tre anni la legge comincia ad essere applicata male

Lo Stato di Washington ha presentato un rapporto ufficiale sulle cifre del suicidio assistito nel 2012. La pratica, legalizzata il 5 maggio del 2009, permette ai medici di fornire un farmaco letale alle persone affette da gravi malattie con meno di sei mesi di aspettativa di vita che ne facciano richiesta.

AUMENTANO LE RICHIESTE. I risultati del rapporto non sono incoraggianti e mostrano un incremento di decessi e di richieste. Nel 2012, 83 persone sono morte con il suicidio assistito, rispetto alle 70 del 2011 e alle 51 del 2010. Rispetto al 2010, c’è stato un incremento di decessi del 63 per cento. Anche il numero di prescrizioni è salito (non tutti quelli che richiedono il farmaco poi lo ingeriscono effettivamente): sono state 121 l’anno scorso, contro le 103 del 2011 e le 87 del 2010. Un incremento del 39 per cento rispetto al 2010.

IRREGOLARITÀ. Come rivela il rapporto, solo in tre casi su 121 ai pazienti che hanno richiesto il farmaco letale i medici hanno prescritto una valutazione psichiatrica. Una persona ha aspettato 150 settimane prima di assumere il farmaco, altre 17 hanno atteso oltre sei mesi. Il medico che ha prescritto il farmaco è stato presente al momento dell’ingestione solo 5 volte e una persona è morta non subito dopo l’assunzione ma 16 ore dopo. Il rapporto mostra anche delle irregolarità avvenute: su 121 casi di prescrizione, in 10 non è stata presentata la richiesta scritta obbligatoria per legge, mancano 13 certificati di morte, in quattro casi la farmacia non è stata in grado di rilasciare la prova della consegna del farmaco e in 11 non c’è la relazione del medico consultato. Le irregolarità potrebbero essere molte di più ma dal momento che i dati non sono verificati da terzi, ma devono essere forniti dal medico che prescrive il farmaco è difficile venire a conoscenza di ulteriori eventuali abusi. È molto difficile, infatti, che un medico denunci se stesso.

CONTROLLARE LA MORTE. Secondo uno studio condotto dal Seattle Cancer Care Alliance (Scca), la maggior parte delle persone che fa richiesta del suicidio assistito non adduce come motivazione il «dolore insopportabile», ma «la volontà di essere indipendenti e avere il controllo sulle condizioni e il momento della loro morte».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.