Google+

Sudan, Meriam è a casa. Corte d’appello ribalta la condanna per apostasia e adulterio

giugno 23, 2014 Redazione

La notizia è stata riportata dall’agenzia di stampa Suna e confermata a tempi.it. Il ricorso in appello era stato fatto lo scorso 22 maggio

meriam-ibrahim-sudan-maya-martinMeriam Yahya Ibrahim è stata liberata. Lo ha deciso la Corte di appello sudanese, secondo quanto riportato da una nota dell’agenzia di stampa Suna e conformato a tempi.it da alcune fonti che ci dicono che la donna è a casa. La donna cristiana si trovava in prigione dallo scorso 17 febbraio ed è stata condannata in primo appello lo scorso 15 maggio a morte per apostasia e a 100 frustate per adulterio.

FALSE ACCUSE. La sua colpa, secondo il “fratello” che l’ha accusata, è quella di essersi convertita al cristianesimo dall’islam, reato punibile con la morte dalla sharia. La donna, in realtà, ha dichiarato di essere sempre stata cristiana e di non essersi mai convertita. La sentenza di primo grado ha destato sdegno in tutto il mondo ed è stata impugnata dalla difesa di Meriam lo scorso 22 maggio, anche perché la Costituzione del Sudan garantisce formalmente la libertà religiosa.

PARTO IN CELLA. Meriam, sposata con Daniel Wani, che ha anche la cittadinanza americana, è madre di due figli. Il primo, Martin, vive dal 17 febbraio in carcere con lei. La seconda, Maya, è nata sul pavimento della cella, dove la donna di 27 anni è stata costretta a partorire con i piedi incatenati.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Autore Gerardo scrive:

    Wow! Forte! Gesù, quanto sei grande! Però vigiliamo che Miriam sia davvero rispettata! Con la preghiera e con ogni mezzo! Per ogni Meriam che c’è nel mondo! Sempre e ovunque! Vigiliamo per il rispetto di ogni persona!

  2. Gabriele scrive:

    Testimone della Fede in Cristo!
    Grazie per il tuo esempio Meriam!
    Il Signore ti protegga,una volta uscita dal carcere,dalla violenza e dalla rabbia cieca e fondamentalista.

    Ti aspettiamo in Italia per abbracciarti o meglio,per ricevere il tuo abbraccio.

  3. domenico b. scrive:

    Una grande lode a Dio per la liberazione di Meriam, che ha avuto la Fede per non rinnegarlo, e una preghiera per Asia Bibi e tutti gli altri ingiustamente accusati, solo perchè sono Cristiani

  4. filomena scrive:

    Prima di tutto un grande “in bocca al lupo” a Meriam per il futuro di tutto cuore.
    Ai commentatori di Tempi invece dico che oltre a ringraziare il Signore potreste per una volta dire grazie anche alla comunità internazionale per le pressioni fatte allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica. Credo che questo sia stato molto più influente nel determinare la sentenza che lo spirito santo.
    In ogni caso quello che conta è il risultato e se fossi in Meriam me ne andrei immediatamente in America abbandonando quel Paese di fanatismo religioso.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana