Google+

Sudan, divieto di costruire chiese. «Cristiani trattati come cittadini di seconda classe»

luglio 14, 2014 Redazione

Il governo sudanese ha annunciato il blocco dei permessi per erigere nuovi edifici di culto. I cristiani vengono perseguitati e discriminati

chiese-demolite-khartoum-sudan-islam-shariaIl governo sudanese, attraverso il ministro degli Affari religiosi, Shalil Abdullah, ha annunciato il blocco dei permessi per la costruzione di nuove chiese. Lo afferma l’agenzia Fides, secondo cui il ministro ha motivato la sua decisione spiegando che è la conseguenza della riduzione del numero dei fedeli. Pochi fedeli non hanno bisogno di nuove chiese è, nella sostanza, il ragionamento.
Le cose non stanno esattamente così. Come vi abbiamo già raccontato, da quando il Sud Sudan, a stragrande maggioranza cristiano, si è dichiarato indipendente, tutti i cristiani stranieri sono stati espulsi dal Sudan, abitato per oltre il 70 per cento da musulmani. Molte chiese sono state distrutte con la scusa che dovevano trasferirsi da Khartoum a Juba. Il presidente Omar Al Bashir ha inoltre promesso di applicare un’inflessibile versione della sharia.

CHIESA DEMOLITA. Recentemente vi abbiamo narrato la vicenda della Chiesa di Cristo eretta nel quartiere Thiba Al Hamyida di Khartoum, capitale del Sudan. La chiesa è stata demolita dalle autorità lo scorso 30 giugno, con un solo giorno di preavviso. Con fucili e gas lacrimogeni le forze dell’ordine sono intervenute per evitare che i fedeli si opponessero. Kwa Shamal, pastore della congregazione, ha spiegato che la polizia è intervenuta durante la funzione avvisando i 430 fedeli di lasciare la chiesa senza dare spiegazioni sul motivo della demolizione.

CITTADINI DI SERIE B. La Chiesa cattolica lamenta questo tipo di discriminazioni e soprusi e, in una nota inviata e pubblicata da Fides, ricorda che «sebbene la costituzione garantisca pari diritti a tutti i sudanesi, senza alcuna distinzione di credo, i cristiani sono considerati e trattati come cittadini di seconda classe. I membri del clero non possono ottenere il passaporto, e quando lasciano il Paese non sanno mai se potranno farvi ritorno. Molti sacerdoti sono stati espulsi ed i vescovi sono costretti al silenzio perché non possono esprimere liberamente le proprie opinioni».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. augusto scrive:

    Dire che i Cristiani nel mondo islamista siano cittadini di seconda classe è un diplomatico eufemismo,Grazie per il coraggioso articolo.,comunque.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana