Google+

Sud Sudan, vescovi: «Il sangue degli innocenti, a migliaia, grida dal suolo. Dove sono i nostri Mandela?»

febbraio 1, 2014 Leone Grotti

Tempi.it ha ottenuto l’esortazione pastorale dei vescovi, che si sono riuniti a Juba in forma straordinaria dal 21 al 31 gennaio. «La riconciliazione deve passare attraverso il racconto della verità»

«Siamo davanti a uno dei più gravi momenti di crisi che abbiamo mai affrontato. Il sangue degli innocenti, a migliaia, grida dal suolo! Dio giudicherà duramente chi continuerà a uccidere, stuprare e derubare i suoi figli innocenti. (…) Ora è giunto il tempo per una nuova nazione». Così hanno scritto i vescovi cattolici del Sudan e del Sud Sudan nell’esortazione pastorale, ottenuta da tempi.it, scritta dopo un incontro straordinario che si è tenuto a Juba dal 21 al 31 gennaio.

DIECIMILA MORTI. I vescovi si sono riuniti per discutere della gravissima situazione che il Sud Sudan, che ha ottenuto l’indipendenza nel 2011 dopo 20 di guerra con il Sudan e due milioni di morti, si trova a vivere.
Negli scontri cominciati lo scorso 15 dicembre tra l’esercito del presidente Salva Kiir e quello del vicepresidente deposto, Riek Machar, accusato di tentato golpe, sono già morte circa 10 mila persone, mentre 500 mila sono gli sfollati.

«I RESPONSABILI SI CONVERTANO». «Siamo rimasti scioccati – si legge ancora – dagli eventi che hanno sconvolto la nostra nazione. Siamo stati testimoni di fatti che non sarebbero mai dovuti accadere sul nostro suolo. Non possiamo rimanere in silenzio. Gesù non è venuto per condannare ma per redimere. Anche noi non condanniamo gli individui, ma il male sì. Chiediamo che i responsabili si pentano e convertano i loro cuori».

RIFORME E MENO CORRUZIONE. Secondo i vescovi, gli scontri sono dovuti a problemi mai risolti nel paese: quelli «interni al partito di governo», che ha bisogno di «urgenti riforme democratiche» e che non può «destabilizzare il paese per i suoi problemi interni»; quelli che riguardano «chi amministra il potere», che deve pensare di più agli «interessi della comunità» perché si ponga fine «alla corruzione e al nepotismo», che generano «risentimento e disillusione».
La Chiesa ha anche chiesto la riforma dell’esercito e una «riconciliazione» che deve passare attraverso «il racconto della verità» e la partecipazione ai colloqui di pace della Chiesa e di tutti gli attori civili, che invece sono stati esclusi a vantaggio dei gruppi militari.

«DOVE SONO I NOSTRI MANDELA?». Infine i vescovi hanno sottolineato la necessità di «puntare sull’educazione dei giovani» per riconciliare il paese e di lavorare alla costruzione di una sola identità.
«Dove sono i nostri Mandela? Dove sono gli uomini che ci porteranno a rifondare questa nuova nazione indipendente? Siamo speranzosi che i sudsudanesi si rialzeranno da questa crisi» per ricostruire «la nostra nazione su salde basi di verità, giustizia, riconciliazione, diversità e pace, fondandosi sui valori del Vangelo proclamati nella Dottrina sociale della Chiesa».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Davide C. scrive:

    Non c’è solo la Siria…
    Occorrerebbe un’esortazione pubblica continua del papa. E’ riuscito a mettere in crisi l’attacco armato della Nato alla Siria chiedendo un digiuno. Si potrebbe fare altrettanto per questo?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana