Google+

“Cari studenti di teologia, attenzione: le immagini di crocefissione potrebbero disturbarvi”

gennaio 10, 2017 Redazione

Nelle università anglosassoni ormai c’è un “trigger warning” su qualunque cosa. Perfino sugli episodi del Vangelo e sugli animali morti nei laboratori di veterinaria

passion-mel-gibson-crocefissione

Nell’epoca dei “safe space”, le università britanniche sembrano preoccuparsi più di non traumatizzare i loro fragili studenti Millennials che di educarli. Ormai c’è un “trigger warning” per ogni cosa. Gli studenti di medicina devono essere avvertiti che vedranno sangue, quelli di letteratura vengono informati che leggeranno libri scritti da persone che vedevano il mondo in maniera diversa da loro, e ora a quanto pare perfino gli studenti di teologia ricevono il loro bravo allarme: attenzione, questo corso contiene scene esplicite di crocefissione.

FIOCCHI DI NEVE. I “trigger warning” sono avvertenze fornite agli studenti all’inizio dei corsi o di singole lezioni a riguardo della “sensibilità” degli argomenti affrontati, temi che potrebbero far scattare negli uditori reazioni di disagio. Negli atenei del mondo anglosassone questi avvisi si stanno moltiplicando a dismisura. In teoria servono per tutelare gli studenti da potenziali shock psicologici dovuti ai contenuti trasmessi dai professori, ma secondo molti osservatori (vedi Claire Fox su Tempi ma anche Timothy Garton Ash) stanno solo contribuendo a chiudere in una teca di vetro i ragazzi della “generazione fiocco di neve”. E poi, quando si comincia, non si finisce più. In effetti alcuni dei “trigger warning” elencati da un recente articolo del Daily Mail appaiono davvero eccessivi (eufemismo).

TEOLOGI E VETERINARI. Il più incredibile è proprio quello destinato agli iscritti al corso di “Introduzione alla Bibbia” nella facoltà di Teologia della University of Glasgow. Secondo il quotidiano britannico, l’istituto avvisa che una certa lezione sulla figura di Gesù nella storia del cinema «contiene scene della crocefissione, e questo viene segnalato agli studenti in anticipo». Ma c’è un trigger warning anche per gli aspiranti futuri veterinari, i quali devono sapere che «lavoreranno con animali morti». Mentre chi intende partecipare al corso sulla “società contemporanea” viene messo in guardia dai riferimenti a violenza e malattie.

OCCHIO ANCHE AL GENDER. Alla Strathclyde University, sempre a Glasgow, i giovani che frequentano il corso di medicina legale ricevono un «avvertimento verbale all’inizio delle lezioni in cui sono presentate immagini sensibili», ossia quelle che contengono «tracce di sangue, scene del crimine, cadaveri eccetera». E secondo il Daily Mail c’è un trigger warning anche per gli studenti di “gender studies” alla Stirling University: «Non possiamo escludere la possibilità che vi imbattiate in materiale “triggering”, e vi invitiamo ad assumere tutte le necessarie precauzioni per prendervi cura di voi stessi durante il programma». Naturalmente chi, nonostante le avvertenze, decida di partecipare al corso a poi rimanga effettivamente scioccato, «può lasciare la classe in qualunque momento, ma è pregato di ripresentarsi successivamente il giorno stesso per farci sapere come sta».

LE OSSA SONO MACABRE. Nella stessa università nel corso di archeologia è stato appioppato un trigger warning preventivo a «una foto di un PowerPoint che rappresenta un corpo ben conservato in un sito archeologico». La segnalazione è ritenuta necessaria perché l’immagine potrebbe risultare «un po’ macabra». A settembre il professor Tony Pollard, che lavora proprio alla University of Glasgow, in un intervento ospitato da The Conversation ha difeso un collega di archeologia di Londra dal sarcasmo del Daily Mail e di altre testate a riguardo dei suoi trigger warning sulle ossa dei nostri antenati. Nell’articolo il docente rivendicava di fornire a sua volta ai propri studenti analoghe avvertenze. Pollard insegna Storia dei conflitti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

A Milano settembre è il mese più bello. Anche per pedalare. Il 17 mattina l’hanno pensato in tanti, circa 1.800, schierati alla partenza della prima edizione della GF Milano. Dopo una notte di pioggia, infatti, lo sguardo poteva abbracciare verso nord il profilo innevato delle montagne, nella direzione che avrebbe preso la corsa. Due le […]

L'articolo GF Milano, in gara dalla città al cuore della Brianza proviene da RED Live.

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana