Google+

Strage in Gallura, gli interrogatori si concentrano su un gruppo ristretto di persone

maggio 19, 2014 Chiara Rizzo

Sono 4 o 5 le persone messe sotto torchio ieri dai carabinieri di Tempio Pausania: in particolare, non ha convinto la versione di un artigiano. Si sospetta che il movente sia stato la vendetta legata al giro di usura di cui era accusato Giovanni Azzena

Proseguono le indagini sulla famiglia di Gallura, ritrovata sterminata brutalmente. Nella notte sono continuati gli interrogatori, in particolare su un gruppo più ristretto di sospettati, quattro o cinque persone. Tra di loro, gli investigatori hanno messo più sotto torchio un uomo, che si sa essere amico della famiglia Azzena. Si tratta di un artigiano, anche lui di Tempio Pausania. Per il momento non c’è stato nessun provvedimento di fermo.

SOSPETTO USURA. Oltre che sugli interrogatori, andati avanti tutto il giorno, l’attenzione dei carabinieri si è concentrata anche sulle riprese delle telecamere di sorveglianza di negozi vicini all’abitazione della famiglia, che tra i tanti passanti hanno anche immortalato tre persone di cui due potrebbero essere entrate nella casa della famiglia, mentre un terzo soggetto li attendeva in strada. Il sospetto degli inquirenti è che la morte di Giovanni Azzena, della moglie Giulia e del piccolo figlio Pietro, 12 anni, sia stata causata da un giro di usura. Gli inquirenti hanno scoperto infatti che Azzena aveva un precedente, nel 2008 era stato arrestato con altre due persone per un’inchiesta sul prestito a strozzo, sfociata in un processo ancora in corso. L’accusa è che i tre facessero prestiti con interessi tra il 50 e il 200 per cento in più. Nonostante questo, gli amici e i conoscenti hanno descritto Azzena come una persona molto gioviale e cordiale: particolare commozione ha destato un articolo del Corriere della sera, dove si ricostruisce la vita della famiglia, attraverso un tema del piccolo Pietro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download