Google+

Sovraffollamento carceri, il Consiglio d’Europa promuove l’Italia

giugno 5, 2014 Chiara Rizzo

Al primo esame per il nostro paese, dopo la sentenza di condanna della Corte europea dei diritti dell’uomo che un anno fa ci aveva obbligato a risolvere il problema delle carceri, il comitato ha riconosciuto i «significativi risultati» ottenuti.

Dopo la scadenza del termine imposto dalla Corte europea dei diritti dell’uomo all’Italia, con la sentenza Torregiani, per provvedere alle condizioni disumane delle nostre carceri oggi il Consiglio d’Europa ha svolto un primo esame di quanto è stato effettuato sin qui per il sovraffollamento. Il comitato dei ministri Ue ha riconosciuto «significativi risultati» già ottenuti dall’Italia. Questo malgrado nell’ultimo rapporto sulle carceri pubblicato dallo stesso Consiglio d’Europa ad aprile, relativo al 2012, il nostro paese si trovasse nella parte bassa della classifica con 165 detenuti ogni 100 posti, seguita solo dalla Serbia.

RINVIO ENTRO GIUGNO 2015. Di fatto nell’esame di oggi però il comitato dei ministri europei non ha esaminato in modo approfondito e definitivo la situazione del nostro paese, e nella risoluzione adottata oggi ha comunicato che un esame approfondito sui progressi riprenderà «al più tardi nella sua riunione del giugno 2015.

VIETTI: «NOTIZIA POSITIVA». Il primo a commentare la notizia è stato il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti, per il quale «Da Strasburgo arriva una notizia positiva sulle carceri che però non deve indurci a dormire sugli allori: continuiamo ad essere sotto osservazione, tutti gli allarmi lanciati, a cominciare da quelli del capo dello Stato, rimangono drammaticamente attuali».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana