Google+

Solo uno squinternato come Trump poteva sfasciare l’era neocon e far danni a tutti

settembre 8, 2017 Pietrangelo Buttafuoco

Ha capito che senza l’aiuto di Teheran non si può sconfiggere il terrorismo islamista e, senza l’ipocrisia liberal, si allea con i sauditi

trump-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Peggio di Donald Trump c’era solo Hillary Clinton. E s’è visto com’è andata a finire. Ma sarebbe andata peggio con i Democratici alla Casa Bianca. Avrebbero proseguito il lavoro sporco iniziato dai Repubblicani dell’era Bush. Esaurita la parentesi tutta di illusioni di Barack Hosseyn Obama, gli Stati Uniti sarebbero tornati alla dottrina di guerra e sovversione orchestrata dai falchi.

Solo uno squinternato fuori da ogni radar ideologicamente corretto come Trump poteva sparigliare le carte al progetto del nuovo ordine mondiale. Di suo, figlio legittimo com’è di quella storia a Stelle e Strisce, ci mette perfino il carico nel fare danni al mondo intero. Ma lo fa fuori controllo.

Gareggia in ortodossia occidentalista – è pronto a bombardare l’Iran, oggi o domani, ma anche subito – ed è perfino troppo per i dante causa del globalismo. Ha capito, infatti, che senza l’aiuto di Teheran non si può sconfiggere il terrorismo islamista e lui quell’idea raffinata di Samuel Huntington – «il nemico dell’Occidente è l’Islam e non il fondamentalismo islamico» – grossolanamente la fa propria, senza l’ipocrisia liberal, per realizzarla: alleandosi con i sauditi che con un viaggio fanno due servizi, un inferno di bombe e colera in Yemen, e la messa tra parentesi della Palestina, la terra degli ultimi dimenticata ormai perfino dalla Chiesa cattolica.

Sull’altare del riflesso condizionato perbenista Trump liquida l’impresentabile consigliere Steve Bannon, il chissà perché considerato “evoliano” – forse nel tonto mondo piccolo del web qualche voce dal sen fuggita lo ritiene tale – e resta sulla scena quasi a far dispetto ai nostalgici neocon, giusto per ravvivare l’attesa di una redenzione democratica. E però, sia detto schiettamente, i neoconservatori assetati di guerre una cosa buona, loro malgrado, la fecero: trasformare l’Iraq in un piccolo Iran.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.