Google+

Solo un barolo andato a male può far pensare che sia “un regalo a Cl” il contratto tra Meeting e Rai

dicembre 4, 2013 Luigi Amicone

Se è così, cosa dobbiamo dire dei 2 o 3 milioni del “buco” per il festival di Sanremo che abbiamo ripianato col canone? Giratela come volete, ma sempre lì s’arriva. Al barolo marcio

meeting-rimini-2013-emergenza-uomoUn regalo a Comunione e liberazione? Solo un barolo andato a male può far pensare che sia “il regalo a Cl” un contratto da 750 mila euro per un triennio di interviste in esclusiva Rai con i big che passano ogni anno dal Meeting di Rimini. Infatti, si chiama “Meeting per l’amicizia tra i popoli”. Non si chiama “Sanremo” – fonte la conferenza stampa dei vertici Rai alla vigilia della kermesse 2013 – «il cui costo quest’anno si aggira attorno ai 18-19 milioni di euro». E «sarà coperto dagli introiti pubblicitari per circa 16 milioni, mentre i restanti (2 o 3 milioni, ndr) dal canone».

Dunque, 2 o 3 milioni di buco ripianato dal canone pagato dai cittadini stanno bene. La pubblicità, verosimilmente esorbitante i 750 mila euro di investimento triennali, che la Rai avrebbe potuto incamerare con esclusive e speciali con le celebrità, no, questo genere di incassi fa schifo ai gracchianti come buona notizia la rescissione del contratto Rai-Meeting.

E vabbè. Uno pensa che per cinque serate un solo conduttore Rai Uno di canzonette a Sanremo si porta a casa gli stessi soldi che tutte insieme le tre reti Rai avrebbe investito in tre anni sul Meeting. Ma vuoi mettere gente come Barroso e Blair, papi e presidenti, capi di aziende da tutto il mondo e opere di solidarietà da tutta Italia, il fenomeno di un’Italia di popolo, a prescindere da Cl (perché al Meeting non va solo la gente di Cl) con la starlette internazionale che per una sola serata sanremese si porta a casa il budget di un triennio di buone storie e grandi personaggi a Rimini?

E vabbè. Per il deputato commissario Roberto Fico (m5S) un contratto redditizio per la Rai sarebbe “un regalo a Cl”. Mentre il contratto per cinque sere con il Meeting di Sanremo, e col buco di 2 o 3 milioni ripianato dal contribuente italiano, cosa sarebbe? «Una sana e consapevole libidine»? (Zucchero Sugar Fornaciari, parentesi, anche lui è passato dalla bastarda kermesse di Cl).

Giratela come volete, ma sempre lì s’arriva. Al barolo marcio. O alla malafede purissima. Cos’è? Ecco cos’è il “sono contento” espresso dal deputato Fico e grillino alla notizia che la Rai si è ritirata dall’investimento Meeting. È come il “sono contento” del tipo che struscia la lampada di Aladino, salta fuori il Genio e dice: «Quello che mi chiederai te lo darò e lo darò due volte al tuo vicino». Il tipo ci pensa un po’ e poi dice: «Cavami un occhio!». Che Fico!

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. Bruno scrive:

    Guardate che gioisce anche Minzolini…. leggi qui
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/rai-ci-ripensa-niente-regali-cl-salta-lintesa-sul-meeting-973235.html
    Questa notizia piace alla nuova destra di FI e alla sinistra giustizialista di M5S.

  2. leo aletti scrive:

    Amici o nemici, al Meeting parlano tutti. Viva la libertà

  3. beppe scrive:

    gianni aimè, sei capace di leggere i titoli o no? i soliti perfettini che non sanno nemmeno leggere. poi, se c’entrano le beghe forza italia e ncd questo vedetevelo tra voi. comunque è un’oscenità che un festival come sanremo costi uno sproposito e sia monopolizzato da due fighetti senza che nessuno si ribelli ( a parte i soliti tre giornali)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana