Google+

Siria. Terroristi islamici tornano a Maloula e «prendono in ostaggio le suore di Santa Tecla, forse per vendetta»

dicembre 2, 2013 Leone Grotti

I jihadisti di Al Nusra prendono ancora di mira il villaggio cristiano. Il giornalista indipendente siriano Naman Tarcha a tempi.it: «Hanno anche incendiato 60 case di civili»

«Hanno fatto irruzione nel convento di Santa Tecla, prendendo in ostaggio la madre superiora Pelagia Sayyaf e altre suore. Non si sa adesso dove le abbiano portate». Naman Tarcha, giornalista siriano indipendente, conferma così a tempi.it quanto riportato dall’agenzia di stampa Sana, secondo la quale i jihadisti di Al Nusra hanno di nuovo attaccato la città di Maloula, in Siria.

STORIA DI MALOULA. Il villaggio di Maloula, culla della cristianità dove si parla ancora l’aramaico di Gesù e dei primi cristiani, era stato conquistato dai ribelli lo scorso 4 settembre. I jihadisti di Al Nusra hanno combattuto per mesi contro l’esercito di Assad per mantenere il controllo della città, ma da tempo erano stati in parte respinti. Il monastero dove sono rimaste solo sei suore, trovandosi in mezzo ai combattimenti, è da tempo a rischio mentre il resto della popolazione cristiana è già fuggita a Damasco.

«SUORE RAPITE». «L’attacco a Maloula è cominciato ieri – racconta Tarcha – i ribelli di Al Nusra e di Stato islamico dell’Iraq e del Levante, che hanno preso il controllo delle operazioni, hanno anche incendiato almeno 60 case di civili. Sei suore sono sicuramente nelle mani del gruppo, si dice che le abbiano trasferite ma su questo non ci sono notizie certe. Non so perché le abbiano sequestrate, o per vendetta o per barattarle con il rilascio di qualche guerrigliero».

LA TATTICA DEI RIBELLI. Il motivo per cui i ribelli si sono gettati di nuovo su Maloula, dove molti cristiani sono stati martirizzati, potrebbe essere anche strategico: «I ribelli di Al Nusra stanno scappando dall’esercito siriano, che ha lanciato un’operazione sulle montagne del Qalamoun, che separano la Siria dal Libano, per rendere sicuro il confine. Finora è un’operazione vittoriosa e i ribelli assediati a Yabroud – prosegue – vogliono ora barricarsi a Maloula, un centro strategico per il traffico di armi dal Libano».
«Ma è anche probabile che facciano un doppio gioco – conclude il giornalista siriano -. Forse i terroristi vogliono distrarre l’esercito, che si era allontanato da Maloula per continuare l’offensiva sul Qalamoun, per poi tentare di riprendersi di nuovo il confine con il Libano».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Alessio 1977 says:

    Altri cristiani sequestrati, torturati o uccisi dai fondamentalisti islamici.La cosa tragicomica è che alcuni funzionari Onu che dovrebbero occuparsi delle minoranze oppresse hanno lanciato le solite invettive contro Il governo Assad.L’onu è come la troika un’ostacolo per la democrazia e i diritti umani.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download