Google+

Siria. Ribelli, islamisti, moderati, jihadisti: chiamateli come volete, ma hanno ucciso 700 persone in nove giorni

gennaio 13, 2014 Leone Grotti

In scontri tra diverse fazioni di ribelli che dovrebbero combattere Assad hanno perso la vita anche 100 civili

Negli ultimi nove giorni, 700 persone sono state uccise in Siria durante scontri tra diversi gruppi che combattono per abbattere il regime del presidente Bashar Al Assad. La notizia è stata riportata dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, tra le fonti più attendibili sulla guerra siriana.

RIBELLI E TERRORISTI. È dallo scorso 3 gennaio che i guerriglieri dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil), gruppo legato ad Al Qaeda che vuole rendere la Siria uno Stato islamico, vengono attaccati nel nord del paese, soprattutto a Raqqa e Aleppo, da una strana alleanza composta da alcune formazioni dell’Esercito libero siriano, dai qaedisti di Jabhat Al Nusra (ma in rotta con l’Isil) e dagli estremisti del Fronte islamico (che alcuni giornali chiamano “moderati” ma che ad Aleppo frustano in piazza le persone che non vanno in moschea). Anche queste ultime due brigate vogliono trasformare il paese in un Califfato islamico al pari dell’Isil.
Nei giorni scorsi lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante aveva perso Raqqa e alcune postazioni ad Aleppo ma nel fine settimana ha riguadagnato terreno riprendendosi quasi tutta la città di Raqqa e Tal Abyad.

700 VITTIME. Sia i guerriglieri dell’Isil, che quelli della coalizione tra ribelli, Al Nusra e Fronte islamico hanno ucciso e giustiziato uomini della fazione avversaria. In tutto 600 combattenti e 100 civili hanno perso la vita in quella che non è mai sembrata tanto lontana dall’essere una guerra di liberazione del popolo siriano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Antonio says:

    e noi questa gente la importiamo sotto forma di “migranti”, disperati, sbandati stranieri vari ed eventuali. Sveglia, opponiamoci allo scempio immigrazionista.

  2. marzio says:

    Chiamiamoli col loro nome, cioè volgari assassini

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download