Google+

Siria, l’accusa dell’arcivescovo Hindo: «Anche i ribelli, considerati moderati, si sono riuniti sotto la bandiera islamista»

gennaio 9, 2014 Redazione

L’arcivescovo siro-cattolico Jacques Behnan Hindo dichiara: «Non ci siamo schierati con Assad. Il popolo siriano non vuole la tirannia travestita con parole religiose. E tra due mali, è umano scegliere il minore»

Speriamo che la Conferenza di Ginevra 2 aiuti la Siria a diventare uno Stato «libero e democratico» e  non «islamico». Così ha confidato a Fides l’arcivescovo siro-cattolico Jacques Behnan Hindo, titolare della eparchia di Hassakè-Nisibi in Siria.

«RIBELLI UNITI AGLI ISLAMISTI». Hindo è preoccupato dalla nuova tattica dei ribelli: «Adesso anche i gruppi d’opposizione legati al Free Syrian Army – che pure vengono presentati come moderati rispetto alle formazioni jihadiste – si sono riuniti sotto la bandiera islamista, e dicono che nella nuova Siria dovrà essere applicata la sharia, perché così vuole la maggioranza. Questa è una prospettiva che i cristiani non possono accettare».
Per strappare città come Raqqa o Aleppo alla fazione qaedista dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante, infatti, sembra che alcune fazioni ribelli si siano unite ai qaedisti di Al Nusra e agli estremisti del Fronte islamico.

«MALE MINORE». I cristiani, continua Hindo, non accetterebbero di diventare «minoranza» al posto di «parte integrante della patria comune» come successo ai copti egiziani nell’anno di governo dei Fratelli Musulmani.
E a chi accusa i cristiani di essersi schierati con il dittatore Bashar Al Assad risponde: «All’inizio le manifestazioni contro il governo chiedevano libertà, democrazia, fine della corruzione. Poi sono venuti da fuori a rubarci la rivoluzione. Il popolo siriano non vuole la barbarie e la tirannia travestite con parole religiose. E tra due mali, è umano scegliere sempre il minore».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. marzio says:

    A me risulta che i ribelli “moderati ” in Siria non ci siano mai stati, sono un’invenzione di alcuni governi occidentali per giustificare il loro appoggio alle milizie islamiste anti Assad.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il 24 e il 25 marzo, se siete in zona capitale, non prendete impegni: ci sono gli Honda Days 2018 all’autodromo di Vallelunga. Si possono provare auto, moto e non solo…

L'articolo Honda Days 2018: 24 e 25 marzo, tutti a Vallelunga proviene da RED Live.

Neve, ghiaccio, temperature polari e 26 passi alpini. La terza edizione della 20Quattro Ore delle Alpi, organizzata da Audi, ha incontrato le condizioni giuste per mettere alla prova 5 equipaggi che si sono sfidati a suon di km percorsi e prove speciali ghiacciate sulle nuove RS4. C’eravamo anche noi

L'articolo 20Quattro Ore delle Alpi Audi. C’ero anch’io proviene da RED Live.

Presentata per la prima volta nel 2007, la Peugeot 308 ha subito un restyling nel giugno 2017. Dal punto di vista meccanico la novità preponderante era stata la sostituzione del cambio automatico a 6 rapporti in favore di un nuovo 8 rapporti. Un cambio più evoluto sviluppato dalla giapponese Aisin capace di rubare sulla bilancia […]

L'articolo Peugeot 308: aggiornamenti a 8 rapporti proviene da RED Live.

Più dinamica - non solo nel look - e tecnologica. Per sfidare a testa alta le rivali più pericolose del segmento. La nuova Kia Ceed è pronta per sfilare sulla passerella del Salone di Ginevra 2018

L'articolo Nuova Kia Ceed, senza apostrofo ma con più stile proviene da RED Live.

La 2ª edizione del circuito organizzato da Bosch eBike Systems, con il supporto di Trek, coinvolgerà 5 Paesi europei. I percorsi sono adatti sia agli amatori sia ai professionisti. Il via dal Bike Festival di Riva del Garda a fine aprile

L'articolo Bosch eMTB-Challenge – Da aprile a settembre – Info e iscrizioni proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi