Google+

Siria, l’accusa dell’arcivescovo Hindo: «Anche i ribelli, considerati moderati, si sono riuniti sotto la bandiera islamista»

gennaio 9, 2014 Redazione

L’arcivescovo siro-cattolico Jacques Behnan Hindo dichiara: «Non ci siamo schierati con Assad. Il popolo siriano non vuole la tirannia travestita con parole religiose. E tra due mali, è umano scegliere il minore»

Speriamo che la Conferenza di Ginevra 2 aiuti la Siria a diventare uno Stato «libero e democratico» e  non «islamico». Così ha confidato a Fides l’arcivescovo siro-cattolico Jacques Behnan Hindo, titolare della eparchia di Hassakè-Nisibi in Siria.

«RIBELLI UNITI AGLI ISLAMISTI». Hindo è preoccupato dalla nuova tattica dei ribelli: «Adesso anche i gruppi d’opposizione legati al Free Syrian Army – che pure vengono presentati come moderati rispetto alle formazioni jihadiste – si sono riuniti sotto la bandiera islamista, e dicono che nella nuova Siria dovrà essere applicata la sharia, perché così vuole la maggioranza. Questa è una prospettiva che i cristiani non possono accettare».
Per strappare città come Raqqa o Aleppo alla fazione qaedista dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante, infatti, sembra che alcune fazioni ribelli si siano unite ai qaedisti di Al Nusra e agli estremisti del Fronte islamico.

«MALE MINORE». I cristiani, continua Hindo, non accetterebbero di diventare «minoranza» al posto di «parte integrante della patria comune» come successo ai copti egiziani nell’anno di governo dei Fratelli Musulmani.
E a chi accusa i cristiani di essersi schierati con il dittatore Bashar Al Assad risponde: «All’inizio le manifestazioni contro il governo chiedevano libertà, democrazia, fine della corruzione. Poi sono venuti da fuori a rubarci la rivoluzione. Il popolo siriano non vuole la barbarie e la tirannia travestite con parole religiose. E tra due mali, è umano scegliere sempre il minore».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. marzio says:

    A me risulta che i ribelli “moderati ” in Siria non ci siano mai stati, sono un’invenzione di alcuni governi occidentali per giustificare il loro appoggio alle milizie islamiste anti Assad.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.