Google+

Siria: i ribelli protestano contro la sharia e i loro “compagni” jihadisti li decapitano

luglio 9, 2013 Leone Grotti

Gli jihadisti dello Stato islamico dell’Iraq hanno fatto di Dana un emirato islamico. La brigata ribelle locale si è opposta ed è stata smantellata

«Dopo aver sconfitto Assad, creeremo uno Stato islamico». Così i membri del gruppo jihadista Stato islamico dell’Iraq dichiarano le loro intenzioni all’inviata di Al Jazeera a Dana. La piccola città della Siria vicina al confine con la Turchia è da tempo diventata un emirato islamico per mano degli jihadisti, come anche Aleppo, Raqqa e Saraqeb. Venerdì scorso, come rivela l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Sohr), gli estremisti legati ad al-Qaeda hanno ucciso e cacciato dalla città la brigata ribelle Hamza Assad Allah Brigade, colpevole di aver protestato contro la sharia.

NO ALLA SHARIA. Oggi, come confermato dal reportage di Al Jazeera, Dana è un emirato islamico a tutti gli effetti e l’emiro è tunisino. Lo Stato islamico dell’Iraq, dopo aver occupato la città, ha ucciso decine di ribelli, decapitando il leader della brigata e suo fratello. Secondo la ricostruzione dei fatti di Al Jazeera, che ha intervistato gli jihadisti, «i manifestanti scesi in piazza a protestare contro lo Stato islamico dell’Iraq erano in realtà banditi al soldo di Assad». Ma come riportato da Sohr e da alcuni abitanti di Dana, «la gente protestava perché non crede che Dio abbia dato agli jihadisti il compito di venire qui, applicare la sharia e tagliarci le mani».

GUERRA TRA RIBELLI. Non è la prima volta che ribelli e jihadisti, che vogliono entrambi sconfiggere Assad, entrano in conflitto e si fanno guerra tra di loro. I ribelli “laici”, però, sono stati fino ad ora sempre sconfitti dagli jihadisti, meglio armati e più preparato di loro. Questa lotta fratricida preoccupa quei paesi dell’Occidente che vorrebbero armare i ribelli dal momento che sarebbe quasi impossibile impedire che gli armamenti inviati finiscano nelle mani di al-Qaeda.

USA INDECISI. Ed è proprio per questo timore che gli Stati Uniti, dopo aver affermato che avrebbero armato i ribelli, non hanno ancora spedito neanche un fucile. Secondo l’agenzia di stampa Aina, Barack Obama potrebbe ordinare l’invio di armi in qualunque momento e senza il consenso di Camera e Senato, ma fino a quando i comitati di intelligence del Congresso continueranno a esprimere dubbi e obiezioni, come ora, non se ne farà niente.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.