Google+

Signor presidente del Pakistan, con Asia Bibi non condannate una colpa, ma il nome di “cristiani”

dicembre 22, 2012 Ferdinando Camon

Appello di Ferdinando Camon a Zardari: «Se la donna avesse commesso qualche colpa, sarebbe giusto processarla, ma se si limita a dichiararsi cristiana e ad affermare la propria fede, non è giusto né imprigionarla né condannarla»

Oggi il quotidiano Avvenire – che da tempo ha lanciato una campagna per la liberazione di Asia Bibi, la cristiana incarcerata dal 2009 in Pakistan e condannata a morte per false accuse di “blasfemia” – pubblica l’appello al presidente della Repubblica islamica di Ferdinando Camon, scrittore italiano tradotto in 22 paesi del mondo. Lo riproponiamo qui sotto.
Anche
Tempi promuove la causa della liberazione di Asia Bibi, diffondendo l’invito di Antonio Socci a esporre l’immagine della donna cristiana perseguitata nei municipi d’Italia e mettendo a disposizione di tutti i lettori un taz&bao con alcune delle straordinarie parole che la donna ha scritto in una lettera pubblicata sempre da Avvenire (le potete leggere qui: «Se mi condannate perché amo Dio, sarò orgogliosa di sacrificarmi»).

Signor Presidente Asif Ali Zardari,
la condanna che la Giustizia del suo Paese infligge ad Asia Bibi, incarcerata solo perché è cristiana, ha una lunga storia. È una condanna a cui ricorrevano anche i Romani quando il Cristianesimo cominciava a diffondersi. Allora gli scrittori più illuminati, cristiani o non cristiani, rimproveravano all’imperatore di non punire una colpta, poiché non c’era colpa nei cristiani, ma di punire un nome, il nome di “cristiani”.

La stessa cosa sta succedendo ad Asia Bibi: se Asia Bibi avesse commesso qualche colpa, sarebbe giusto processarla, ma se si limita a dichiararsi cristiana e ad affermare la propria fede, non è giusto né imprigionarla né condannarla.
Lei è presidente di uno Stato che aspira al progresso, è una giusta aspirazione e noi tutti, italiani ed europei, speriamo che la storia la realizzi. Ma, signor Presidente, non esistono tante forme di progresso: esiste solo il progresso che va di pari passo con la civiltà e il riconoscimento dei diritti umani e civili, e, tra questi, quello di Asia Bibi di praticare la sua fede.

Un Pakistan che riconosca questo diritto e doni la libertà ad Asia Bibi, diventerà un Pakistan migliore. Un gesto del genere darebbe grandezza e dignità al suo Paese e al suo governo. Signor Presidente, noi l’aspettiamo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. Patrizia Nagliati says:

    Chiedo che Asia Bibi sia liberata.

  2. Carla says:

    LIBERTÀ PER ASIA BIBI

    Carla

  3. Alfredo Conca says:

    Mi unisco all’appello per la liberazione di Asia Bibi.

  4. Barbara Conca says:

    Asia Bibi libera

  5. Marinella Enrialti says:

    Partecipo all’appello per la liberazione di Asia Bibi.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.