Google+

Siena riparte dalla grande musica

giugno 26, 2015 Giuseppe Pennisi

Inizia la “Settimana Chigiana” con un programma di alto livello. Grande spazio alla musica contemporanea e integrazione tra il festival ed i concerti

klangforumDopo il travaglio che ha riguardato la principale istituzione bancaria della città (il Monte dei Paschi di Siena, MPS), la città ed i suoi dintorni ripartono anche dalla grande musica, trasformando la tradizione “Settimana Chigiana” (sette giorni all’inizio di luglio in un Chigiana International Festival and Summer Academy di Siena che si dipana dal 10 luglio al 31 agosto, senza aggravi sostanziali di bilancio). Ha due caratteristiche che lo distinguono da altre manifestazione estiva: a) notevole spazio alla musica contemporanea (anche straniera) per attirare nuovo pubblico (giovani, stranieri villeggianti in Toscana, gruppi esteri provenienti  proprio per il festival); b) integrazione tra il festival ed i concerti (principalmente di cameristica) in cui si esibiscono allievi dell’Accademia.

L’Accademia Musicale Chigiana nasce nel 1932 per volontà del Conte Chigi Saracini, il mecenate appassionato di musica che creò i corsi di perfezionamento musicale a Siena, ospitando nella propria casa prestigiosi docenti di fama internazionale e allievi provenienti da tutti i continenti. Grazie alle particolari origini e per il modello di cultura e di valorizzazione e promozione musicale che ha rappresentato nel secolo scorso e rappresenta, l’Accademia senese viene riconosciuta tuttora a livello internazionale quale una delle più prestigiose istituzioni musicali italiane

Il programma, di alto livello, può essere consultato su www.chigiana.it; sono due mesi molto densi. Fra gli appuntamenti di luglio, spiccano Max Richter con l’Orchestra Regionale della Toscana, Carnaval di Salvatore Sciarrino in versione integrale (Daniele Pollini, Neue Vocalsolisten, Klangforum Wien, Tito Ceccherini) accanto a Carnaval di Schumann in una versione scenica con la regia di Alessio Pizzech, Roberto Prosseda e il Balletto di Siena, il Winterreise di Scubert con Matthias Goerne e Markus Hinterhäuser e la regia di William Kentridge, El Cimarron di Henze, l’antologia di musica moderna e contemporanea (Scelsi, Takemitsu, Battistelli, Cage, Stochausen). In agosto, la Chigiana si confronta con Siena Jazz ed, inoltre, Steven Reich con i grandi classici (Beethoven, Mozart, Mendelsoonh, Schubert e Ravel, Brahms, Rossini e Bridge. Un programma molto vario proprio per accontentare varie fasce di pubblico.

La manifestazione potrà essere una leva per rilanciare l’area anche sotto il profilo economico. Indicazioni da festival analoghi sono positive. Ad esempio, nella vicina Viareggio, uno studio commissionato ad una società di consulenza economica in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dalla nascita di Giacomo Puccini evidenzia un forte aumento dell’indotto nel periodo del festival pucciniano e delle manifestazioni a latere. Un’analisi dell’ormai consolidato Rossini Opera Festival (ROF), condotta dalla Università di Urbino, dimostra che nel periodo della manifestazione, il fatturato del settore dei servizi di Pesaro aumenta di 11 milioni di euro. In sintesi, contando indotto e moltiplicatore, un euro di contributo pubblico (al netto dei rientri diretti agli enti previdenziali e all’erario) ne genera cinque di valore aggiunto a Pesaro e al suo hinterland. Infine, una ricerca dell’Università Bocconi del festival Pergolesi-Spontini e della stagione lirica jesina rileva che l’azienda culturale preposta a queste attività (la Fondazione Pergolesi Spontini) riversa nella provincia di Ancon circa il quadruplo di ogni euro di finanziamento pubblico ricevuto.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi