Google+

Si apre uno spiraglio per Vincent Lambert, l’uomo che la Francia vuol lasciar morire di fame e sete

agosto 25, 2014 Benedetta Frigerio

Il medico dell’uomo sarà trasferito. L’avvocato: «Anche se il sostituto fosse d’accordo con il dottore precedente, occorrerà ricominciare la battaglia legale»

francia-vincent-lambert-madre-eutanasiaSi è aperta un’inaspettata via d’uscita per Vincent Lambert, il 38enne tetraplegico e cerebroleso francese che come Terry Schiavo, in seguito a una battaglia legale tra i medici e i suoi familiari, lo scorso giugno sembrava ormai condannato a morte, dopo che il Consiglio di Stato aveva dato il via libera alla sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione. L’alto tribunale amministrativo, nonostante le prove sullo stato di salute dell’uomo, aveva emesso un verdetto contrario a quelli di tutte le corti inferiori, che avevano dichiarato illegittima la decisione di privarlo di cibo e acqua al fine di «lasciarlo morire».

GRAZIE A UN INGHIPPO. Si è saputo però che Eric Kariger, il medico che ha lottato contro i genitori di Lambert, contrari a privare il figlio del cibo e dell’acqua, dovrà lasciare l’ospedale di Reims in cui l’uomo è ricoverato dal 2009. Per questo, come ha spiegato l’avvocato della famiglia, Jérome Triomphe, se anche il medico che sostituirà Kariger fosse d’accordo con lui, ciò non sarà sufficiente ad applicare la sentenza. Per proseguire sarebbe necessario ingaggiare una nuova battaglia legale: «La legge – ha dichiarato venerdì scorso l’avvocato – rende Kariger responsabile esclusivamente e personalmente della decisione sul fine vita del suo paziente. È una responsabilità morale, certamente, ma è anche una responsabilità giuridica personale che non può essere assunta da qualsiasi altra persona».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.