Google+

Shakhtar-Borussia: giovani sorprese o corazzate già eclissate?

febbraio 13, 2013 Emmanuele Michela

3 mesi fa stupivano tutti battendo Chelsea e Real, stasera saranno contro negli Ottavi di Champions. Tra partenze di peso e problemi interni, Klopp e Lucescu cercano conferme. Saranno ancora in grado di divertire?

24 ottobre 2012. Il Borussia Dortmund regala una delle partite più belle della Champions League vincendo in casa contro il Real Madrid 2-1 e venendo eletta come una delle nuove “grandi” del calcio europeo: 7 punti in 3 partite, una vittoria contro le Merengues, un pareggio che doveva essere una larga vittoria contro il City in terra inglese e un facile 1-0 sull’Ajax. Il giorno prima a vincere 2-1 era stato invece lo Shakhtar Donetsk, protagonista di una gara maiuscola contro i campioni d’Europa del Chelsea. Si disse che le geografie del calcio stavano cambiando, premiando nuovi astri nascenti e progetti virtuosi pensati al dettaglio, con una nuova generazione di ragazzini pronti per conquistare il Vecchio Continente.

SHAKHTAR SENZA WILLIAN. Stasera Shakhtar e Borussia saranno contro per gli Ottavi di Champions League: una contro l’altra le due sorprese dei primi mesi di calcio europeo, si giocheranno il futuro in Europa in una sfida sicuramente appetitosa. Va detto però che, da quei 2-1 di 3 mesi fa, il valore delle imprese di ucraini e tedeschi si è ridimensionato notevolmente, visto quanto accaduto, in campo e fuori, in queste settimane di calcio. La squadra di Lucescu naviga sì prima nel suo campionato, ma rischia di arrivare un po’ impreparata all’impegno di stasera, dato il lungo stop cui il freddo costringe dalle parti di Kiev da fine novembre a inizio marzo. In queste settimane il club di Donetsk ha fatto ben 12 amichevole, vincendone 10, ma indubbiamente le gare ufficiali hanno tutt’altro effetto. Nelle ultime gare di Champions poi si è giocata il primato facendo solo 3 punti in 3 partite, e arrivando pari punti al Chelsea. Durante la sessione di mercato poi è partito Willian, il centrocampista brasiliano che aveva letteralmente fatto impazzire le difese di bianconeri e londinesi attirando su di sé gli occhi affamati di mezza Europa: alla fine è andato ai russi dell’Anzhi di Eto’o. Lo Shakhtar ha incassato 35 milioni e per sostituirlo ha puntato su Taison, altro brasiliano ’88, arrivato dal Metalist. È un buon centrocampista offensivo, quest’anno si è reso protagonista di un eurogol di Europa League contro il Rosenborg, ma l’impressione è che difficilmente riuscirà a far dimenticare le movenze del connazionale riccioluto.

BORUSSIA: IN BUNDES LA VETTA È UN MIRAGGIO. Sul fronte opposto, il Borussia Dortmund è tornato dalla pausa invernale in campionato con il compito di fare da inseguitore al Bayern Monaco capolista e ridurre la distanza siderale che li relega al secondo posto alle spalle dei bavaresi. Sabato scorso però han perso nel peggiore dei modi tra le mura amiche contro l’Amburgo: 1-4 il punteggio finale, e distanza con Robben e compagni che sale a 15 punti. Sulla goleada pesa anche l’espulsione di Lewandowski: nervosissimo, il capocannoniere del campionato ha colpito con un calcio violento un avversario, e ora salterà tre gare di Bundesliga. Stasera però sarà in campo, e ci vorranno tutti i suoi gol, insieme ai numeri di Gotze e Reus, anche loro nomi caldi sul mercato. E dovrà tapparsi le orecchie anche Klopp, il tecnico 45enne artefice del miracolo Borussia: in settimana si è parlato del suo rifiuto alla panchina del Chelsea, segno che l’interesse per lui è tanto. Nel frattempo è tornato Sahin, leader della squadra campione nel 2011, ma la paura è che le tante voci di mercato abbiano distratto i ragazzi più giovani, ora secondi a +2 dal quarto posto. Sperare nel primo posto sembra un’utopia: rimane solo l’obbiettivo Champions, dove Klopp dovrà dimostrare se la storia eroica del Borussia ha ancora qualche capitolo glorioso da scrivere o se è già all’indice finale.

Seguici su Tempi Sport

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. francesco taddei says:

    anche l’impresa della juve merita un articolo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download