Google+

Seul teme di «essere attaccata dalla Corea del Nord dopo l’entrata in vigore delle nuove sanzioni Onu»

marzo 8, 2013 Leone Grotti

Dopo che le Nazioni Unite hanno approvato nuove sanzioni contro la Corea del Nord, il dittatore Kim Jong-un ha minacciato di attaccare l’America con testate nucleari.

«Non penso che il regime di Pyongyang voglia suicidarsi, ma come sicuramente sapranno, il suicidio è la diretta conseguenza di un attacco agli Stati Uniti». Ha risposto così il capo della Commissione per gli affari esteri del Senato americano Robert Menendez alle minacce tuonate da Kim Jong-un, dittatore della Corea del Nord: «Abbiamo il diritto di compiere un attacco nucleare preventivo contro i nostri aggressori», cioè gli Stati Uniti. Il mondo è abituato ai toni apocalittici dei dittatori comunisti, ma questa volta Kim Jong-un si è spinto oltre, affermando che i missili balistici intercontinentali nordcoreani sono già pronti. Pyongyang ha reagito così alla decisione presa dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di imporre nuove pesanti sanzioni economiche alla Corea del Nord, per punirla del test nucleare condotto il mese scorso.

«MISSILI NUCLEARI SU WASHINGTON». «I nostri missili balistici intercontinentali e altri missili sono pronti, caricati con piccole e diversificate testate nucleari. Se premiamo il pulsante verranno lanciati su Washington, la roccaforte degli imperialisti americani, e il nido del male con i suoi seguaci brucerà in un mare di fuoco» ha riportato oggi un quotidiano nordcoreano le parole del viceministro della Difesa comunista.

VIOLATI PATTI DI NON AGGRESSIONE. Pyongyang, oltre alle minacce, ha reagito alle sanzioni violando i patti di non aggressione con la Corea del Sud stipulati negli anni ’70, cancellando la linea telefonica di emergenza diretta tra i governi sud e nordcoreano e chiudendo il principale confine di Panmunjom che si affaccia sulla Zona demilitarizzata condivisa con Seul al confine con la Corea del Sud. Seul ha risposto affermando che potrebbe tramutare le esercitazioni militari congiunte con gli Stati Uniti che si svolgeranno nei prossimi giorni in azioni di rappresaglia e che sono pronti a rispondere a ogni minaccia.

SEUL TEME UN ATTACCO. Pyongyang è solito aumentare i toni retorici e condurre test missilistici e nucleari per provocare la comunità internazionale e obbligarla a sedersi ad un tavolo, ottenendo poi aiuti alimentari di cui ha disperato bisogno. Questa volta, però, come riportato da Daily Nk, preoccupa che il paese comunista abbia portato vicina alla città portuale di Wonsan missili a corto e medio raggio. Secondo una fonte governativa sudcoreana «le continue minacce della Corea del Nord ci hanno dimostrato che loro potrebbero portare le provocazioni oltre test missilistici o nucleari. Non possiamo prevedere con sicurezza quando, ma siamo preoccupati perché riteniamo possibile una provocazione subito dopo l’entrata in vigore delle nuove sanzioni delle Nazioni Unite».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. carolus scrive:

    Il fallimento del comunismo in Corea del nord, così come nel resto del mondo, spinge il dittatore coreano a individuare nemici fuori dal suo Paese.
    E’ la mossa classica di chi non ha più niente da perdere, quindi le minacce sono credibili.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana