Google+

Seth MacFarlane, la scorrettezza dei Griffin sul palco dei patinati Oscar

febbraio 26, 2013 Paola D'Antuono

L’autore della serie cult se l’è cavata bene come maestro di cerimonie degli Academy Awards. La stampa specializzata lo promuove con qualche riserva, ma l’umorismo fuori dalle righe ha ampi consensi tra il pubblico

Archiviati gli Oscar della par condicio, cosa rimane dell’85esima edizione dei patinati premi hollywoodiani? I bellissimi vestiti delle dive, la premiazione video di Michelle Obama, i sorrisi, le canzoni ma soprattutto un presentatore scorrettissimo che fa parlare di se da quando è calato il sipario del Dolby Theatre di Los Angeles. Lui è Seth MacFarlane, ideatore dei Griffin e American Dad, nonché dell’irriverente commedia campione d’incassi dello scorso anno, Ted.

PRESENTATORE. Nell’inedita veste di presentatore Seth pare essersela cavata bene. Il suo ruolo nasce chiaramente con l’intento di rendere meno ingessata la serata degli Oscar, tradizionalmente molto impettita ed elegante. Non che l’eleganza sia mancata, al contrario, ma ci ha pensato il comico a scandire i vari momenti con gustosi siparietti comici, che hanno generato spaccature nella stampa americana. Clairy Hoffman, del New Yorker, ha definito MacFarlane un «fastidioso imitatore» e ha dichiarato di rimpiangere i bei tempi in cui la cerimonia degli Oscar era glamour e rispettabile.  Sulla stessa scia anche Jon Caramanica, penna del New York Times, che ha puntato l’accento sull’eccessiva autostima del conduttore che l’ha portato a compiere più di un passo falso.

BRAVO. Si schiera con l’umorismo al vetriolo di MacFarlane Brian Lowry di Variety, che ha parlato di  lui come di un Billy Crystal più giovane di venticinque anni, che sa bene come far ridere, pur con qualche scivolone di troppo, e conosce a dovere l’umorismo che piace ai più giovani senza dimenticare di omaggiare la vecchia tradizione dell’avanspettacolo. Tim Goodman sull’Hollywood Reporter lo promuove a pieni voti («ha fatto incredibilmente meglio di quanto tutti ci saremmo aspettati»), mentre Usa Today e Bbc News lo hanno visto a poco a suo agio sul palco degli Academy Awards.

DAD. Se non altro MacFarlane è riuscito a far parlare di se almeno quanto i vincitori e i vinti degli Oscar e in rete sono in milioni i clic raggiunti dal video in cui cantando prende in giro le attrici presenti in sala, tra cui Naomi Watts e Chalize Theron, ree di aver mostrato il seno nel corso della carriera. Le star sono sembrate sinceramente imbarazzate dal siparietto, ma era tutto frutto di uno sketch concepito con gli autori. Ora al papà dei Griffin non rimane che godersi il successo e continuare la lavorazione del suo prossimo progetto per l’emittente televisiva Fox, Dads. Una nuova, scorrettissima serie, con protagonisti due ragazzi alle prese con due padri ingestibili.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi