Google+

Sesso sadomaso consigliato ai ragazzini di 15 anni. Nuovo video svergogna il colosso dell’aborto Usa

luglio 17, 2014 Benedetta Frigerio

Ecco la seconda video inchiesta di Live Action che documenta come nelle cliniche di Planned Parenthood si parli con disinvoltura di pratiche erotiche estreme. «E si vantano di ricevere da Obama i fondi per l’educazione sessuale»

«Planned Parenthood già si vanta di ricevere i fondi per l’educazione sessuale previsti dall’Obamacare (la riforma sanitaria di Barack Obama, ndr)». Così Lila Rose, presidente dell’organizzazione pro life americana “Live Action” ha accompagnato il lancio di un nuovo video che denuncia come il più grande provider di aborti negli Stati Uniti, che si finanzia al 45 per cento con soldi pubblici, «dice ai ragazzini di 15 o 16 anni non solo di fare sesso, ma di strozzarsi a vicenda mentre lo fanno».

I DIALOGHI “RUBATI”. Nel documentario, girato come i precedenti in incognito all’interno di una clinica di Planned Parenthood, si vedono e si sentono i dipendenti che durante le consulenze alle minorenni parlano con disinvoltura di “frustate” e “soffocamenti”. In uno dei colloqui si sente addirittura affermare che «dire basta» a queste pratiche può «essere frainteso»: chi lo dice «pensa davvero che ci si debba fermare o forse, sa, intende altro?», chiede retoricamente la consulente alla quindicenne. La ragazzina allora domanda a cosa serva tutto ciò, e si sente rispondere che «sai, ad alcuni uomini piace» e il dialogo prosegue con altri dettagli osceni. Anche un’altra dipendente ribadisce all’inviato di Live Action visioni analoghe, spiegando che nel sesso sadomaso «di solito molte persone dicono “Stop” anche se provano piacere».

UNA MANIA. Ad aggravare la posizione di Planned Parenthood c’è anche il fatto che la clinica dove sono avvenuti queste chiacchierate è quella di Denver, già denunciata per aver praticato un aborto su una tredicenne riconsegnandola poi al patrigno che l’aveva violentata. Un episodio non isolato se si considera che in altre registrazioni emerge il tentativo degli impiegati di Planned Parenthood di nascondere fatti simili. La tendenza non è neanche tanto segreta, visto che i siti delle cliniche in questione, oltre a incoraggiare le ragazze a frequentare i sexy shop, presentano link a pagine internet in cui si parla, ad esempio, del fatto che «i partner si possono picchiare a vicenda». Inevitabile che la nuova inchiesta video di Live Action contribuisca ad allarmare ulteriormente le famiglie americane, che già stanno subissando il governo di proteste e denunce per la decisione di incaricare Planned Parenthood dell’educazione dei loro figli.

Qui sotto, il nuovo documentario di Live Action.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Hector Hammond scrive:

    E questi vogliono comandare il mondo , in parte già ci riescono . Si vede che al re di questo mondo gli u$a piacciono.

  2. Sergio scrive:

    CORAGGIOSA DENUNCIA DA PARTE DI LIVE ACTION DI UN COMPORTAMENTO DI IMMORALITA’ ASSOLUTA. GOVERNO AMERICANO COMPLICE DI UN’ORGANIZZAZIONE IMMORALE E ABORTISTA. COMBATTERE LA BUONA BATTAGLIA PER APRIRE GLI OCCHI SU QUESTA ORGANIZZAZIONE AL SERVIZIO DEL MALE.

  3. Daniele Arboscelli scrive:

    Possiamo avere un link al video?

    Grazie.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana