Google+

Sentenza storica: i medici inglesi non potranno più stabilire in anticipo di non rianimare un paziente senza il suo consenso

giugno 19, 2014 Redazione

È questa la decisione presa da una Corte di appello inglese, che ha dato ragione alla famiglia di Janet Tracey contro l’ospedale Addenbrooke che ha ordinato di non rianimare la donna senza il suo consenso

I medici hanno il dovere legale di consultare la famiglia e il paziente prima di inserirlo in un regime di Dnr (Do not resuscitate, da non rianimare). È questa la decisione presa da una Corte di appello inglese, che ha dato ragione alla famiglia di Janet Tracey contro l’ospedale Addenbrooke che ha ordinato di non rianimare la donna senza il suo consenso.

COS’È IL DNR. Il Dnr è una procedura usata in tutti gli ospedali inglesi e sempre più discussa all’interno della società: prevede che un paziente non venga rianimato nel caso in cui subisca un arresto cardiaco o respiratorio. Le linee guida del ministero non determinano in modo chiaro se i medici siano obbligati a consultare il paziente prima di prendere una simile decisione, indicano solo che è «preferibile».

LA STORIA DI JANET. Janet Tracey, malata di cancro, è stata ricoverata all’ospedale Addenbrooke, Cambridge, dopo un incidente automobilistico che le ha causato la frattura del collo nel febbraio 2011, costringendola a respirare con l’aiuto di una macchina. I medici hanno messo la paziente in regime di Dnr due volte senza il suo consenso e quello dei familiari. La donna è morta il 7 marzo 2011.

LA SENTENZA. La Corte ha stabilito che non informando la donna e i suoi familiari, i medici hanno violato i diritti umani di Janet in quanto «la decisione su come passare gli ultimi giorni della propria vita tocca chiaramente l’autonomia personale, l’integrità, la dignità e la qualità della vita del paziente». Perché il diretto interessato non venga coinvolto «devono esserci ragioni convincenti».

«CONTENTI DEL PROCESSO». La Corte, riporta il Daily Mail, ha sottolineato l’importanza di questo caso dal momento che il 68 per cento della popolazione in Inghilterra muore in ospedale e l’80 per cento di questi vengono messi dai medici in regime di Dnr. Kate, una delle quattro figlie di Janet, ha dichiarato: «Siamo davvero contenti per il risultato [del processo] e speriamo che dia protezione ad altri pazienti, quella che mia mamma non ha avuto». Ora le linee guida sul Dnr dovranno essere modificate dalla British Medical Association.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. filomena says:

    Questo problema in Italia formalmente non esiste perché qualsiasi intervento sanitario se non preceduto dal consenso informato della persona (e non dai famigliari che non possono decidere per il diretto interessato), è per la legge italiana un atto illegittimo ad esclusione dei casi in cui si verifichi “lo stato di necessità” come da art. 54 del codice penale. In ogni caso il consenso informato perché sia valido può essere dato solo dal paziente stesso che ricevute adeguatamente tutte le informazioni utili dal medico rispetto al suo problema di salute, è l’unico titolato a decidere quale sia il suo bene e quello che vuole fare della sua vita. Inoltre il consenso può essere ritirato il qualsiasi momento.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.